- #InformazioneFormazioneAzione - Mail:capriatesg5stelle@gmail.com - WhatsApp:+393343992898 -

domenica 24 marzo 2019

Basta al consumo di suolo!

Video girato tra i Comuni di Capriate San Gervasio e Brembate dove si evidenzia un consumo di suolo forse inutile. 
Interi parcheggi costruiti ben 10 anni fa (2009) e ancora chiusi.

L'unico piccolo parcheggio accessibile è inoltre spesso deposito di rifiuti e molte auto vengono parcheggiate anche fuori dagli spazi procurando parecchi disagi a chi deve parcheggiare.



sabato 2 marzo 2019

BASTA CEMENTO E CATRAME

Oggi abbiamo mandato una PEC a Società Autostrade per l'Italia e in copia alla Regione Lombardia e al Comune di Capriate San Gervasio per chiedere come mai mai a distanza di anni ancora non si possa utilizzare parte del parcheggio per l'autostradale sito tra Capriate San Gervasio e Brembate costringendo pendolari, studenti e vari cittadini a parcheggiare con molta difficoltà nella piccola parte accessibile!

Crediamo, inoltre  e pensiamo che sia chiaro a tutti, che sarebbe bastato molto meno consumo di suolo lasciando più verde evitando questa bruttura!

Basta distruggere intere aree verdi con cemento e asfalto senza pensare al futuro del nostro ambiente e basta al consumo di suolo!
.



venerdì 1 marzo 2019

Dissesto idrogeologico: 11 miliardi di euro in tre anni

Sono quattro le parole chiave di questa rivoluzione: prevenzione, emergenza, manutenzione e semplificazione. Su questi punti chiave diamo vita a un massiccio riordino delle norme e delle risorse che mai nessun partito o forza di Governo fino ad oggi si è preoccupato di portare ad unità.

Lo stanziamento è di circa 11 miliardi per il triennio 2019-2021 ma la strategia del piano guarda lontano, fino al 2030, segno che nella tutela e nella crescita del Paese investiamo con coraggio. Non solo: non c’è dubbio che in questo modo daremo un forte impulso allo sviluppo del nostro mercato del lavoro perché, come evidenzia il Cresme, un miliardo di euro speso in grande opere genera occupazione per 500 persone, lo stesso miliardo speso in ristrutturazioni, riqualificazioni, tutela del territorio, dissesto idrogeologico e in generale nell’economia green ne produce 13.000, circa 25 volte tanti.

Entro fine aprile sarà definito un piano con le opere urgenti che potranno essere completate già entro il 2019, con un budget a disposizione di circa 3 miliardi di euro.