Post

Visualizzazione dei post da luglio 16, 2017

Gazzetta dell'Adda del 22 luglio 2017 - Pagina Capriate San Gervasio

Immagine
POLITICA «Espulsioni sicure»: la proposta di legge parte dalla città politica A formularla è stato Carlo Arnoldi che la invierà a tutti i partiti perché la portino in Parlamento Per determinare il decreto di allontanamento basterebbe una doppia segnalazione congiunta da parte del sindaco e dei comandanti della Polizia Locale e della stazione dei carabinieri, nell’arco di un anno. Una proposta di legge per permettere espulsioni rapide di soggetti stranieri particolarmente pericolosi. E’ quello che ha formulato il vicesindaco Carlo Arnoldi e che invierà alle segreterie di tutti i partiti perché si facciano carico di portarla nelle sedi competenti e approvarla in tempi brevi. Tutto ha preso il via da un fatto che ha visto protagonista, nelle scorse settimane, lo stesso Arnoldi che è riuscito a ottenere l’espulsione dall’Italia di uno straniero, nella fattispecie un marocchino... IL PRIMO CITTADINO Radaelli appoggia l’operato del suo vice e fa il punto sul caso migranti. «Siamo fortun

Bergamo sotto le 5 Stelle

Immagine
Inizia stasera a Ghisalba la terza edizione della festa del movimento 5 stelle Bergamasco, alle 20.30 con Luigi Di Maio, Toninelli, Tripiedi, Cominardi, Buffagni e tanti altri portavoce e consiglieri comunali! Sabato Luigi Paragone presenterà il suo nuovo libro "Gang Bank" sugli intrecci e commistioni tra sistema bancario e politica! Insieme a lui ci saranno anche Daniele Pesco e Marco Valli che ci parleranno del decreto salvabanche e l'unione bancaria. Domenica si chiude con Eleonora Evi e Tiziana Beghin, per parlare di Ceta e immigrazione e del ruolo dell'Europa in questo momento. Vi aspettiamo tutte le sere con musica, cibo, birra e tanti amici da tutta la bergamasca!

REFERENDUM LOMBARDIA E VENETO - 22 ottobre 2017

Immagine
di Movimento 5 Stelle Lombardia e Veneto Il M5S si è battuto per coinvolgere i cittadini su una possibilità prevista dalla Costituzione: permettere a Lombardia e Veneto di gestire “in casa” molte delle risorse che ora è lo Stato a decidere come spendere. Altro che Padania e le bugie che i governi leghisti hanno raccontato per venti anni ai cittadini. Nell’attuale legislatura i Consigli Regionali delle due regioni hanno votato la nostra proposta e dato il via alla consultazione in programma il prossimo 22 ottobre, con le rispettive maggioranze leghiste costrette ad abbandonare definitivamente utopie indipendentiste totalmente incostituzionali come lo Satuto Speciale o la gestione del Residuo Fiscale, nonostante la Lega continui a usarle come leve elettorali per promuovere questo referendum. La soluzione del M5S è democratica, costituzionale e non toglie risorse alle altre regioni. Questo referendum affronta il tema del “Regionalismo differenziato”, trattato nell’articolo 116 della Co

Ecoreati: la legge voluta dal M5S funziona.

Immagine
Crescono gli arresti, calano reati. Bene su reati contro gli animali e archeomafie, ombre su abusivismo edilizio, ciclo dei rifiuti, incendi e agromafie. I numeri del rapporto Ecomafia 2017. A due anni dall’introduzione della legge sugli ecoreati che porta la prima firma di Salvatore Micillo del Movimento 5 Stelle calano gli illeciti ambientali e il fatturato delle ecomafie mentre crescono arresti denunce e sequestri : è questo il quadro che, in estrema sintesi, esce fuori dal rapporto " Ecomafia 2017 di Legambiente , le storie e i numeri della criminalità ambientale in Italia", edito da Edizioni Ambiente con il sostegno di Cobat e Novamont. Forse è ancora presto per dare giudizi definitivi, ma il trend che emerge dal rapporto è positivo : nel 2016 i reati ambientali accertati dalle forze dell’ordine sono stati 25.889 , il 7% in meno rispetto ai 27.745 del 2015. Bene, anche se vengono comunque commessi 71 illeciti al giorno, tre ogni ora . Reati in calo mentre, a t

Gazzetta dell'Adda del 15 luglio 2017 - Pagina Capriate San Gervasio

Immagine
CULTURA Mura venete, il sindaco invita Bergamo. «Il sodalizio serve per fare massa critica e avere più peso nei confronti con il Ministero e le istituzioni». Il primo cittadino Valeria Radaelli pronto a prendere carta e penna per scrivere al capoluogo per chiedere all’Amministrazione di entrare a far parte dell’associazione italiani patrimonio beni Unesco. Pronta a prendere carta e penna per invitare ufficialmente Bergamo a entrare a far parte dell’associazione italiana beni patrimonio dell’Unesco. Il sindaco Valeria Radaelli ha accolto con gioia la notizia dell’inserimento delle mura venete del capoluogo, nel patrimonio dei beni dell’Unesco. «Sto pensando di scrivere una lettera a Bergamo per invitarli a far parte dell’associazione... IN FORMA Con la Polisportiva. Fitness e zumba, lezioni gratis. Stare in forma con lezioni gratis. L’opportunità offerta dalla Polisportiva, potrebbe rappresentare l’uovo di Colombo per chi non vuol farsi trovare impreparato alla prova costume...