Post

Visualizzazione dei post da gennaio 3, 2016

Quarto e M5S: tutta la storia

Immagine
Quarto è un comune della Campania di 40000 abitanti, che è stato sciolto per camorra 3 volte negli ultimi anni. Alle ultime elezioni succede qualcosa di surreale: a causa di vizi di forma e di irregolarità 8 liste sono state escluse dal tribunale per le competizioni elettorali. 8 liste sia di centrosinistra che di centrodestra. A elezioni vanno il M5S e due liste civiche. Ne risulta una vittoria facile facile per il M5S,con la nuova sindaco Rosa Capuozzo. La vita del sindaco inizia però subito con degli strani dossier, mandati da un consigliere dell'opposizione a tutti i membri del consiglio comunale, che la accusano di abusi edilizi. Rosa Capuozzo chiama le autorità a casa sua, fà verificare l'abitazione e le misure, e si reca a sporgere querela per diffamazione. Su questa vicenda si parla spesso di “sindaco accusato di abuso”, ma in realtà non c’è alcuna accusa da parte della magistratura, neanche un’indagine in corso. L’accusa viene solo da un dossier an

A Capriate San Gervasio e a Filago i cittadini s'improvvisano "007"

Immagine
Dall'Eco di Bergamo del 5 Gennaio 2016

Perchè la scuola deve usare esclusivamente software libero.

Immagine
Esistono motivazioni generali perché tutti gli utenti informatici debbano insistere con il software libero: esso offre agli utenti la libertà di poter controllare il proprio computer ; con il software proprietario il computer fa quanto stabilito dal proprietario del software, non quel che vuole l’utente. Il software libero offre inoltre agli utenti la libertà di poter collaborare tra loro . Queste caratteristiche si applicano alla scuola come a qualsiasi altro soggetto. Lo scopo di questo articolo è di evidenziare le caratteristiche che si applicano in modo specifico al settore dell’istruzione. In tutte le attività legate all’istruzione, come le scuole, deve esserci l’obbligo morale di insegnare solo software libero . Ecco i motivi: Il software libero consente alle scuole di risparmiare. Il software libero offre agli istituti scolastici, come ad ogni altro utente, la libertà di copiare e ridistribuire il software , di conseguenza il sistema didattico può farne

Brusco stop alla rinascita della fabbrica di Crespi d'Adda

Immagine
Fonte: Gazzetta dell'Adda del 2 Gennaio 2016