Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2015

San Gervasio rischia di perdere la scuola d'infanzia

Immagine
Gazzetta dell’Adda del 31 ottobre 2015 Leggi anche quà: http://goo.gl/DSwlz1

Droga: M5S, legali 4 piante cannabis a casa per maggiorenni

Immagine
Presentato disegno di legge, 'affrontiamo questione senza pregiudizi'. Clicca sull'imagine per leggere l'intero fascicolo Rendere legale la coltivazione di cannabis ai maggiorenni, per un massimo di 4 piante, permettendo la detenzione dei prodotti ottenuti per uso personale. È la proposta contenuta nel disegno di legge presentato al Senato dal Movimento 5 Stelle , a firma del senatore Lello Ciampolillo . "Vogliamo affrontare il tema senza pregiudizi", ha detto Ciampolillo illustrando il testo al Senato e sottolineando in particolare due aspetti positivi della legalizzazione: una maggiore facilità di accesso alla cannabis per l'uso terapeutico, oggi già consentito ad alcune categorie di pazienti, e la possibilità di togliere risorse alla criminalità organizzata. Chi vuole coltivare le piantina a casa, indica il disegno di legge, dovrà comunicarlo per iscritto alla Prefettura competente per evitare situazioni di illegalità e controlli

Canone RAI in bolletta, l’Antitrust approva

Immagine
L'inserimento del canone della RAI nella bolletta elettrica incassa l'approvazione dell'Antitrust che lo vede come uno strumento per combattere l'evasione Il Canone RAI nella bolletta dell’energia elettrica che tanto sta facendo discutere e che ha trovato molti fronti contrari, incassa l’approvazione dell’ Antitrust anche se con alcuni distinguo. L’Autority, infatti, evidenzia come l’inserimento della tassa sul possesso della TV nella bolletta elettrica vada bene a patto di distinguere il costo dell’abbonamento al servizio pubblico radiotelevisivo da quello della fornitura di energia. Questa forma della tassa , secondo l’Antitrust, permetterebbe, inoltre, di ridurre fortemente l’evasione . In un parere espresso ai sensi della legge 10 ottobre 1990 (n.287), inviato al presidente del Senato e a quello della Camera, al presidente del Consiglio e al ministro dello Sviluppo economico, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha infatti valutato

Sapete cosa sia il TTIP? Eccolo, e non è una bufala ma drammatica realtà!

E’ un orribile risveglio per me, o forse dovrei dire un orrendo richiamo al passato, che suona così: “ Noi non molliamo mai, noi siamo infermabili, non sentiamo fatica, coscienza, rimorso, pietà, e alla fine vinciamo sempre ”. Firmato: il Vero Potere. Di fatto c’è una nuova offensiva del Vero Potere chiamata Transatlantic Trade and Investment Partnership (TTIP) . E’ micidiale, potenzialmente devastante come mai prima per l’esistenza stessa di democrazia e Interesse Pubblico. Seguitemi. Era il 1999, da giornalista di Report (RAI 3) fui il primo e unico in Italia ad avvisare il pubblico con un’inchiesta sui pericoli della Globalizzazione, intesa proprio come sistema di accordi segreti e potentissimi creato da una elite di capitalisti per ricacciare indietro decenni di progressi democratici a favore del pubblico, nelle aree dei commerci, della finanza e dei servizi. Allora il ‘mostro’ si muoveva, mastodontico, nella stanze dell’Organizzazione Mondiale del Commercio a Ginevra, c

Studenti in delirio per Beppe Grillo a Milano

Oggi ho fatto due passi a Milano e ho incrociato una scolaresca. Ragazzi fantastici che mi hanno salutato con un affetto... Posted by Beppe Grillo on  Mercoledì 28 ottobre 2015

Convocazione del Consiglio Comunale del 29 Ottobbre alle ore 20.45

Immagine

Immigrati: approvata mozione M5S, salviamo l'Africa per ridurre i flussi

Immagine
Salvare l'Africa per ridurre i flussi migratori attraverso un "piano di cooperazione allo sviluppo che rafforzi le economie locali" dei Paesi di transito e provenienza. E' il contenuto di una mozione M5S a prima firma Maria Edera Spadoni approvata oggi dall'aula di Montecitorio. Nel testo, sostenuto anche dalla maggioranza, i 5 Stelle chiedono di "implementare concretamente il cosiddetto Processo di Khartoum" e che l'Italia si apra a "un approccio di maggiore generosità in termini di stanziamenti nella cooperazione". Siamo molto soddisfatti, perché finalmente anche il Parlamento ha compreso le nostre ragioni. Ora ci auguriamo che il governo attui la mozione in tempi rapidi , incluso lo stop della vendita di armi ai Paesi che non rispettano i diritti umani. Una misura che, dunque, ci aspettiamo venga estesa anche alle dinastie del Golfo, come l'Arabia Saudita, il Qatar e il Kuwait, con cui Renzi continua a intrattenere solidi r

Qualche passo avanti sul Diritto al cibo: entrano in legge le proposte del M5S Lombardia.

Immagine
Sì all’unanimità del Consiglio regionale alla legge per il diritto al cibo. Nel corso della discussione sono stati approvati anche due ordini del giorno del M5S Lombardia sul tema della lotta alle ecomafie, in particolare alla contraffazione alimentare, e della riduzione dello spreco nella ristorazione scolastica e collettiva. Silvana Carcano, consigliere regionale del M5S Lombardia, dichiara: “Sul tema del diritto e l’accesso al cibo, M5S è riuscito ad inserire nel testo della legge il riferimento ai sistemi agroalimentari locali e sostenibili, che pongono al centro la biodiversità. Si è aperto il tema della ricerca e dello sviluppo di nuovi modelli a cui tendere perché lo scenario è cambiato: l’era dell’abbondanza e dello spreco è finita, nei prossimi decenni bisognerà produrre meno e meglio, e a bassissimo impatto ambientale e sociale. L’errore che ha portato alla situazione attuale è stato quello di trattare l’agricoltura come un’industria. Cibo, è acqua, non

UE: debito pubblico italiano sale al 136% nel 2° trimestre, 2,204 miliardi

Immagine
Il debito pubblico italiano sale al 136% nel secondo trimestre 2015, e arriva a 2,204 miliardi. E’ il quinto maggiore aumento (+0,6%) dopo Cipro, Austria e Finlandia tra i paesi Ue sul primo trimestre. Lo comunica Eurostat. Il debito pubblico più pesante resta quello greco (167,8%), seguito da Italia e Portogallo (128,7%). Il debito italiano era al 135,3% nel primo trimestre del 2015 e al 134,5% nel secondo del 2014. Il 2,7% del debito è costituito dai prestiti fatti verso i paesi dell’eurozona in difficoltà. I Paesi più virtuosi sono invece Estonia, che continua a detenere il record del debito più basso d’Europa (9,9%), Lussemburgo (21,9%) e Bulgaria (28,3%). Tra i 28 l’aumento maggiore rispetto al trimestre precedente è stato quello registrato da Cipro (+2,9 punti percentuali), seguito da Finlandia e Ungheria (+2%). Le diminuzioni principali sono state in Irlanda (-2,6), Olanda (-2,2) e Croazia (-2). A livello di eurozona, il rapporto debito pil è sceso al 92,2% dal

Dilagano i voucher, la nuova frontiera del precariato.

Immagine
Ha tante facce l'attacco ai diritti dei lavoratori portato dal governo con il Jobs act. Una delle più subdole è quella che riguarda i voucher e l'aumento del tetto massimo dei compensi che possono essere pagati con questo strumento: da 5mila a 7mila euro. Prima siamo passati dai contratti stabili a quelli precari. Ora siamo arrivati ai surrogati dei contratti. Questi ultimi spariscono, si volatilizzano e sfumano in un frusciare di "buoni", i voucher appunto, che incarnano l'addio a qualunque forma di tutela . In pratica, l'evoluzione della specie del vecchio cottimo. I voucher erano nati per combattere il dilagare del lavoro nero e sono diventati, dunque, la nuova frontiera della spoliazione dei diritti , come ammesso dallo stesso presidente Inps Boeri.

Cannabis, il M5S: "Iniziamo a Bergamo il percorso per legalizzarla"

Immagine
I consiglieri comunali Fabio Gregorelli e Marcello Zenoni avanzano la mozione per invitare il Comune di Bergamo a farsi promotore col governo di un percorso di legalizzazione dei derivati della cannabis a fini di commercio, produzione e vendita. Il Comune di Bergamo come promotore del percorso di legalizzazione dei derivati della cannabis a fini di commercio, produzione e vendita, per il contrasto al narcotraffico e informazione e prevenzione sugli effetti nocivi dell'abuso delle sostanze stupefacenti: è quanto chiedono in una mozione i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle Fabio Gregorelli e Marcello Zenoni, impegnando il sindaco Giorgio Gori e la giunta comunale ad attivarsi con il Parlamento e il governo affinchè sia iniziato un confronto serio sul passaggio da un impianto di tipo proibizionistico ad un impianto di tipo legale. “Un successivo decreto – spiegano i consigliere pentastellati a supporto della propria iniziativa – potrebbe determinare le caratteristich

Il governo del Regno Unito passa a LibreOffice

Immagine
Ogni giorno sentiamo notizie di pubbliche amministrazioni che migrano ad alternative Open Source per le proprie soluzioni informatiche, a tal proposito basterebbe citare il recente caso italiano che ha visto coinvolto il Ministero della Difesa con la scelta di optare per LibreOffice.  Nelle scorse ore è arrivata una news riguardante il governo del Regno Unito che, a seguito del Cloud Transition Agreement, ha approvato la migrazione verso una piattaforma aperta e libera, basata appunto su programmi Open Source e su standard liberi come l’ODF (Open Document Format).  La partnership è stata siglata tra il CCS (Crown Commercial Service), un dipartimento del governo britannico, e la British Open Source software, controllata da Collabora Productity. La collaborazione prevede appunto la realizzazione di una suite software dedicata e di un sistema Cloud, senza contare il supporto per la migrazione a questa nuova piattaforma Open Source, nella quale è ovviamente compresa la suite

Inquinamento dell'aria della provincia di Bergamo

Immagine
La cartina qua sotto riporta la suddivisione della provincia di Bergamo per inquinamento dell'aria. Al centro di colore rosa l'area più critica che arriva fino a Treviglio, subito dopo viene la zona arancione che comprende anche Capriate San Gervasio.

Elenco delle aziende a rischio di incidente rilevante.

L'incidente di Seveso ha spinto gli Stati dell'Unione europea a dotarsi di una politica comune in materia di prevenzione dei grandi rischi industriali a partire dal 1982. La direttiva europea denominata "direttiva Seveso" (direttiva europea 82/501/CEE, recepita in Italia con il DPR 17 maggio 1988, n. 175 nella sua prima versione) impone agli stati membri di identificare i propri siti a rischio. Le aziende a rischio rilevante (Direttiva Seveso) nella sola Provincia di Bergamo sono ben 48!!! Aziende a Rischio di Incidente Rilevante

ATTENZIONE!!! Dal 1° Gennaio 2016 scatta il BAIL IN. Ecco come difendervi.

Immagine
             Cosa rischia chi ha acquistato azioni, obbligazioni o ha un deposito in conto corrente nel caso di crisi di una banca? A partire dal 1° gennaio 2016, l’eventuale crisi di una banca verrà risolta con il nuovo meccanismo detto “bail-in”: il salvataggio dell’istituto di credito, cioè, non avverrà più con soldi pubblici dello Stato e/o delle banche centrali (come è stato sino a oggi), bensì attraverso la riduzione del valore delle azioni e di alcuni crediti (come quelli dei correntisti che abbiano depositato più di 100mila euro) o la loro conversione in azioni, per assorbire le perdite e ricapitalizzare la banca in misura sufficiente a risolvere la crisi e a mantenere la fiducia del mercato. In ogni caso, va ricordato, azionisti e creditori non potranno subire perdite maggiori di quelle che sopporterebbero in caso di liquidazione della banca secondo le procedure ordinarie. La banca d’Italia ha diffuso una guida con delle FAQ sul bail-in. Eccola sintetizzata nelle slid

RACCOLTA FIRME - A SCUOLA CON LA SCHISCETTA

Immagine
Domenica 18 dalle ore 9:00 alle ore 13:00 saremo di fianco al bar Sport a Capriate in Via Vittorio Veneto 14. Raccoglieremo firme per consentire l'introduzione del pasto portato da casa in alternativa a quello offerto dal servizio di ristorazione scolastica. È possibile firmare anche online: https://goo.gl/Lgcxej Previsioni Evento su facebook

A scuola con la schiscetta: partita la raccolta firme M5S!

Immagine
Chiediamo che intervengano sollecitando i Comuni affinché introducano, tramite proprio regolamento, la possibilità per gli alunni di consumare il pasto portato da casa in alternativa a quello offerto dal servizio ristorazione. FIRMA LA PETIZIONE   Una soluzione che farebbe felici tutti, grandi e piccini. Il pasto da casa è infatti di gran lunga più economico rispetto a quello della mensa privata (che spesso incide pesantemente sul bilancio familiare costringendo i genitori a indebitarsi con la società di ristorazione o con il comune),e in questo modo nessun bambino rischierebbe più di rimanere a digiuno quando il menù fisso della mensa non consente alternative, o nel caso di diete etico e religiose. Come previsto dall’Art. 32 della Costituzione, che garantisce il diritto a “scelte

Problema odori molesti a Capriate San Gervasio

Immagine
Tutti gli interessati sono invitati a partecipare alle operazioni di monitoraggio inviando entro il 15 ottobre la loro disponibilità all’Ufficio Ecologia e Lavori Pubblici. Per chi fosse interessato abbiamo ancora dei moduli da compilare per poter partecipare alle operazioni di monitoraggio che verranno svolte dal 1 novembre 2015 al 31 gennaio. Maggiori info sul sito del comune: http://goo.gl/wte2hm