sabato 22 luglio 2017

Gazzetta dell'Adda del 22 luglio 2017 - Pagina Capriate San Gervasio

POLITICA
«Espulsioni sicure»: la proposta di legge parte dalla città politica A formularla è stato Carlo Arnoldi che la invierà a tutti i partiti perché la portino in Parlamento
Per determinare il decreto di allontanamento basterebbe una doppia segnalazione congiunta da parte del sindaco e dei comandanti della Polizia Locale e della stazione dei carabinieri, nell’arco di un anno.

Una proposta di legge per permettere espulsioni rapide di soggetti stranieri particolarmente pericolosi.
E’ quello che ha formulato il vicesindaco Carlo Arnoldi e che invierà alle segreterie di tutti i partiti perché si facciano carico di portarla nelle sedi competenti e approvarla in tempi brevi. Tutto ha preso il via da un fatto che ha visto protagonista, nelle scorse settimane, lo stesso Arnoldi che è riuscito a ottenere l’espulsione dall’Italia di uno straniero, nella fattispecie un marocchino...


IL PRIMO CITTADINO
Radaelli appoggia l’operato del suo vice e fa il punto sul caso migranti.
«Siamo fortunati ad avere un amministratore così».

«Siamo fortunati ad avere un vicesindaco come il nostro che si impegna e cerca la soluzione ai problemi pensando anche a ciò che succede fuori dai confini del proprio Comune». Parole e musica sono del primo cittadino Valeria Radaelli che appoggia l’operato del suo vice Carlo Arnoldi e la sua proposta di legge per le espulsione rapide...


IL CASO
I residenti di un tratto di via Crespi sono esasperati: «Scontateci le tasse facciamo noi il lavoro».
Le loro case sono lasciate al buio: «Abbiamo paura».

Case eleganti, giardini ben tenuti.
Sembra un angolo di paradiso il tratto di via Crespi che si stende tra l’incrocio con via Leopardi e il cavalcavia sull’autostrada, ma quando calano le tenebre lo scenario cambia.
Quel tratto di strada è da tempo immerso nel buio e i componenti delle due famiglie che ci abitano, quella di Alessandro Bosatelli e la Innocenti - Carminati, hanno paura.
«I tre lampioni che dovrebbero illuminare questo tratto di strada, due su via Crespi e uno in via Leopardi, non funzionano da tempo - hanno spiegato i residenti...


SAN GERVASIO
Insieme le tre parrocchie e il centro di primo ascolto.
Cena della solidarietà in oratorio.

Un evento per attuare progetti di aiuto alle persone in difficoltà.
E’ questo il nobile scopo della cena della solidarietà che questa sera, sabato, vedrà oltre cento persone sedersi attorno a un tavolo all’oratorio di San Gervasio, a partire dalle 19.30...


Per chi volesse leggere gli articoli interamente può abbonarsi online, http://www.gazzettadelladda.it/,  oppure andare in edicola a comperare il giornale.





giovedì 20 luglio 2017

Bergamo sotto le 5 Stelle

Inizia stasera a Ghisalba la terza edizione della festa del movimento 5 stelle Bergamasco, alle 20.30 con Luigi Di Maio, Toninelli, Tripiedi, Cominardi, Buffagni e tanti altri portavoce e consiglieri comunali!

Sabato Luigi Paragone presenterà il suo nuovo libro "Gang Bank" sugli intrecci e commistioni tra sistema bancario e politica! Insieme a lui ci saranno anche Daniele Pesco e Marco Valli che ci parleranno del decreto salvabanche e l'unione bancaria.

Domenica si chiude con Eleonora Evi e Tiziana Beghin, per parlare di Ceta e immigrazione e del ruolo dell'Europa in questo momento.

Vi aspettiamo tutte le sere con musica, cibo, birra e tanti amici da tutta la bergamasca!




REFERENDUM LOMBARDIA E VENETO - 22 ottobre 2017


di Movimento 5 Stelle Lombardia e Veneto

Il M5S si è battuto per coinvolgere i cittadini su una possibilità prevista dalla Costituzione: permettere a Lombardia e Veneto di gestire “in casa” molte delle risorse che ora è lo Stato a decidere come spendere. Altro che Padania e le bugie che i governi leghisti hanno raccontato per venti anni ai cittadini.

Nell’attuale legislatura i Consigli Regionali delle due regioni hanno votato la nostra proposta e dato il via alla consultazione in programma il prossimo 22 ottobre, con le rispettive maggioranze leghiste costrette ad abbandonare definitivamente utopie indipendentiste totalmente incostituzionali come lo Satuto Speciale o la gestione del Residuo Fiscale, nonostante la Lega continui a usarle come leve elettorali per promuovere questo referendum.

La soluzione del M5S è democratica, costituzionale e non toglie risorse alle altre regioni. Questo referendum affronta il tema del “Regionalismo differenziato”, trattato nell’articolo 116 della Costituzione italiana, ovvero la possibilità di gestire direttamente le risorse che lo Stato già spende in trasferimenti e servizi per le Regioni. Risorse legate a determinate materie che, in caso di esito referendario positivo, saranno oggetto di una trattativa tra Regioni e Stato. Parliamo di competenze molto importanti come il sostegno alle imprese, la ricerca e l'innovazione, l'ambiente, l'istruzione, la valorizzazione dei beni culturali, e il governo del territorio, che avvicinate verso il basso e verso i territori troverebbero maggiore efficacia.

Dare la voce ai cittadini è una prerogativa di questo Movimento, tanto più su un tema così importante, tanto più se in passato le stesse regioni hanno provato ad aprire una trattativa ricevendo solo porte in faccia anche dal Governo, a guida PD, che tentò, con la riforma costituzionale seppellita dagli italiani il 4 dicembre, di togliere alle regioni anche molte delle attuali competenze, per non parlare della “clausola di supremazia” che avrebbe permesso allo Stato di passare sopra qualsiasi decisione locale.

Il M5S vuole salvaguardare le specificità e le esigenze di ogni territorio, nel “quadro dell’unità nazionale”, esattamente come richiede questo referendum. Siamo un popolo unito, senza bandiere politiche ed ideologiche che fa valere e sentire la propria voce con un referendum consultivo, esattamente come successo in Gran Bretagna sul tema Brexit. Abbiamo da sempre denunciato e combattuto contro lo spreco di risorse pubbliche anche degli enti locali, ma per il M5S al strada da percorrere non è l'accentramento, ma portare le risorse pubbliche il più vicino possibile ai cittadini. Da qui, da questa responsabilizzazione delle comunità, passa il miglioramento delle strutture pubbliche locali che in mano ai partiti si sono trasformate troppo spesso in mangiatoie.

I soldi spesi per interpellare i cittadini non sono mai uno spreco, soprattutto davanti ai 360 milioni di euro bruciati da Stato e Regione Lombardia per sostenere la vuota BreBeMi, i 300 milioni della Regione Veneto per la Superstrada Pedemontana veneta con cui si colma un buco creato dai privati, o il miliardo di euro speso tra defiscalizzazione e garanzie pubbliche del fallimentare progetto della Pedemontana lombarda, o i miliardi bruciati nel Mose, ma sono un’opportunità e un investimento futuro per permettere di rispondere al meglio alle esigenze dei cittadini.


martedì 18 luglio 2017

Ecoreati: la legge voluta dal M5S funziona.

Crescono gli arresti, calano reati. Bene su reati contro gli animali e archeomafie, ombre su abusivismo edilizio, ciclo dei rifiuti, incendi e agromafie. I numeri del rapporto Ecomafia 2017.


A due anni dall’introduzione della legge sugli ecoreati che porta la prima firma di Salvatore Micillo del Movimento 5 Stelle calano gli illeciti ambientali e il fatturato delle ecomafie mentre crescono arresti denunce e sequestri: è questo il quadro che, in estrema sintesi, esce fuori dal rapporto "Ecomafia 2017 di Legambiente, le storie e i numeri della criminalità ambientale in Italia", edito da Edizioni Ambiente con il sostegno di Cobat e Novamont.

Forse è ancora presto per dare giudizi definitivi, ma il trend che emerge dal rapporto è positivo: nel 2016 i reati ambientali accertati dalle forze dell’ordine sono stati 25.889, il 7% in meno rispetto ai 27.745 del 2015. Bene, anche se vengono comunque commessi 71 illeciti al giorno, tre ogni ora.
Reati in calo mentre, a testimonianza della bontà dell’operato delle forze dell’ordine e degli strumenti a disposizione, crescono arresti (225 nel 2016 rispetto ai 188 del 2015), denunce (28.818 contro 24.623) e sequestri (7.277 contro 0.055).
In calo, soprattutto, il fatturato complessivo delle ecomafie che oggi si attesta sui 13 miliardi, in calo del  32% rispetto allo scorso anno, calo che, precisa il rapporto, potrebbe tuttavia essere dovuto particolarmente alla riduzione della spesa pubblica per opere infrastrutturali nelle quattro regioni a tradizionale insediamento mafioso.
Positivo inoltre il calo dei reati contro gli animali (bracconaggio, allevamento illegale, pesca di frodo, commercioillegale, maltrattamenti, combattimenti clandestini, etc) e delle archeomafie (scavi clandestini, furti e traffico illecito di opere d'arte e reperti).

Le ombre principali arrivano invece da abusivismo edilizio, 17.000 i nuovi immobili abusivi del 2016, ciclo dei rifiuti (5.722 reati, + 12% rispetto al 2015), incendi (nel 2016 4.635 roghi hanno mandato in fumo 27.000 ettari di terreno) e agromafie il cui valore oggi ammonta a per un valore complessivo di oltre 703 milioni di euro, il 20% in più rispetto al 2015.
La corruzione inoltre rimane un fenomeno piuttosto esteso: nell’ultimo anno e mezzo Legambiente ha censito ben 76 inchieste in cui le attività illecite in campo ambientale si sono intrecciate con vicende corruttive; negli ultimi 6 anni, dal 2010 al 2016, le inchieste degne di rilievo sono state 352, Lazio (49)  e Lombardia (44) le regioni più colpite, seguono Campania, Sicilia, Calabria e Puglia.

“Quest’anno il Rapporto Ecomafia - dichiara Rossella Muroni, Presidente nazionale di Legambienteci restituisce una fotografia che non ha solo tinte fosche, come nelle scorse edizioni, ma anche colori di speranza grazie anche alla legge che ha introdotto nel codice penale i delitti ambientali e che ha contributo a renderci un paese normale, dove chi inquina finalmente paga per quello che ha fatto. Ora è importante proseguire su questa strada non fermandosi ai primi risultati ottenuti, ma andando avanti investendo maggiori risorse soprattutto sulla formazione degli operatori proposti ai controlli e dando gambe forti alle Agenzie regionale di protezione ambientale, che stanno ancora aspettando l’approvazione dei decreti attuativi, previsti dalla recente riforma del sistema delle Agenzie, da parte del ministero dell’Ambiente e della Presidenza del Consiglio dei ministri”.
Luci ed ombre dunque, la legge sugli ecoreati funziona e sta cominciando a dare i suoi frutti, ma la strada da percorrere è ancora lunga, per questo nel rapporto si avanzano delle proposte per compiere ulteriori passi in avanti:
  • definire una modalità unica sul territorio nazionale per far confluire le sanzioni che vengono fatte pagare ai responsabili dei reati contravvenzionali minori (gli ecoreati senza rilevanza penale). Necessario inoltre rimuovere la clausola di invarianza dei costi per la spesa pubblica prevista nella legge sugli ecoreati, così come in quella che ha istituito il Sistema nazionale a rete per la protezione dell’ambiente;
  • completare al più presto l’iter di definizione dei decreti attuativi del Ministero dell’ambiente e della presidenza del Consiglio dei ministri per rendere pienamente operativa la legge che ha riformato il sistema nazionale delle Agenzie per la protezione dell’ambiente;
  • approvare una legge che semplifichi l’iter di abbattimento delle costruzioni abusive e il disegno di legge sui delitti contro fauna e flora protette;
  • garantire l’accesso alla giustizia da parte delle associazioni.


domenica 16 luglio 2017

Gazzetta dell'Adda del 15 luglio 2017 - Pagina Capriate San Gervasio

CULTURA
Mura venete, il sindaco invita Bergamo. «Il sodalizio serve per fare massa critica e avere più peso nei confronti con il Ministero e le istituzioni».
Il primo cittadino Valeria Radaelli pronto a prendere carta e penna per scrivere al capoluogo per chiedere all’Amministrazione di entrare a far parte dell’associazione italiani patrimonio beni Unesco.

Pronta a prendere carta e penna per invitare ufficialmente Bergamo a entrare a far parte dell’associazione italiana beni patrimonio dell’Unesco.
Il sindaco Valeria Radaelli ha accolto con gioia la notizia dell’inserimento delle mura venete del capoluogo, nel patrimonio dei beni dell’Unesco.
«Sto pensando di scrivere una lettera a Bergamo per invitarli a far parte dell’associazione...


IN FORMA
Con la Polisportiva.
Fitness e zumba, lezioni gratis.

Stare in forma con lezioni gratis. L’opportunità offerta dalla Polisportiva, potrebbe rappresentare l’uovo di Colombo per chi non vuol farsi trovare impreparato alla prova costume...


ACCOGLIENZA
Il vicesindaco: «Non ne sappiamo nulla, non abbiamo avuto comunicazioni in merito».
Cresce ancora il numero dei migranti: sono 67.

Un’escalation che sembra non avere fine.
E’ quella del numero dei richiedenti asilo ospitati in un edificio di via Ceresoli.
Secondo il responsabile per l’immigrazione e la sicurezza della Lega Nord dell’Isola Bergamasca, Angelo Ghisleni, sempre bene informato sulla questione, infatti, al 2 luglio i migranti ospitati nella struttura cittadina, sarebbero arrivati a quota 67...


DEA BENDATA
Alla tabaccheria di via Morali 5 con una schedina da 3 euro.
Superenalotto: sfiorato il 6, vinti 18mila euro.

Gioca tre euro, sfiora il jackpot, e si porta a casa un «cinque» da 18mila euro.
E’ successo martedì alla tabaccheria di Mario Mariani in via Morali 5, nel pieno centro cittadino, a pochi passi dal Municipio...


EVENTO
Giovedì sera «Estate in» ha fatto tappa in città.
Un concerto da «BattiCuore».

E’ quello che si è tenuto giovedì sera nella corte del palazzo comunale e che ha visto il gruppo Nails eseguire diversi brani di musica pop italiana, davanti a un nutrito pubblico.
L’evento rappresentava una tappa della XXXIII rassegna musicale «Estate in» che, quest’anno, si snoderà dall’1 luglio al 15 agosto, ed è stata intitolata «BattiCuore» perché ricorre il 50esimo anniversario del primo trapianto cardiaco...



Per chi volesse leggere gli articoli interamente può abbonarsi online, http://www.gazzettadelladda.it/,  oppure andare in edicola a comperare il giornale.





venerdì 14 luglio 2017

Gianluigi Paragone alla festa dei 5 Stelle di Bergamo

Si scaldano i motori per la terza edizione di “Bergamo sotto le Cinque Stelle”, la festa che riunisce per tre giorni il popolo del Movimento 5 Stelle di Bergamo e provincia all'Area Feste di Ghisalba, in una tre giorni di partecipazione, informazione e musica.


Si scaldano i motori per la terza edizione di “Bergamo sotto le Cinque Stelle”, la festa che riunisce per tre giorni il popolo del Movimento 5 Stelle di Bergamo e provincia all’Area Feste di Ghisalba, in una tre giorni di partecipazione, informazione e musica. Dal 21 al 23 luglio una festa ma anche un momento di informazione dove i cittadini possono confrontarsi con i portavoce locali e nazionali del Movimento.

Nella prima serata di venerdì 21 il portavoce regionale Dario Violi affronterà il tema del referendum in programma per il 22 ottobre, che darà alla Lombardia l’opportunità, grazie al quesito proposto dal M5S basato sull’articolo 116 della Costituzione, di gestire direttamente alcune competenze e relative risorse che ad oggi sono in capo allo Stato. Mentre con i parlamentari con i parlamentari Claudio Cominardi, Davide Tripiedi e Danilo Toninelli si parlerà di lavoro e legge elettorale.

Sabato 22 luglio è prevista la partecipazione del giornalista Gianluigi Paragone, che presenterà il suo libro “Gang Bank”, e sarà l’occasione per parlare di banche e finanza con il deputato Daniele Pesco e l’europarlamentare Marco Valli.

Domenica invece, nella serata conclusiva, gli europarlamentari Tiziana Beghin e Eleonora Evi, con alcuni rappresentanti del distretto agricolo della bassa bergamasca, affronteranno questioni molto importanti per il nostro territorio come gli accordi CETA e TTIP, i trattati internazionali e le ripercussioni che hanno sull’agricoltura e sulle attività locali.

E poi musica e punti di ristoro a basso impatto ambientale. Infatti anche quest’anno sarà allestito l’Ecopoint, una postazione dove verranno informati i cittadini che partecipano all’evento su come ottimizzare la raccolta differenziata, che nelle scorse edizioni, grazie a questa iniziativa, ha raggiunto il 96%. Inoltre invitiamo i cittadini a venire muniti di borraccia o bottiglietta perché l’acqua sarà distribuita gratuitamente.

da: www.bergamonews.it


martedì 11 luglio 2017

Banchetto del 16 luglio 2017

Domenica 16 luglio 2017 vi aspettiamo a Brembate in Piazza Don Todeschini, 38 (fronte autoscuola Punzi) dalle ore 8.30 alle 12.30.

Vi aspettiamo con le vostre proposte e segnalazioni.

Clicca sul link: https://goo.gl/kMrBci e partecipa al CAMBIAMENTO.





sabato 8 luglio 2017

Gazzetta dell'Adda del 8 luglio 2017 - Pagina Capriate San Gervasio

OPERE PUBBLICHE
Il sogno diventa realtà, tutto pronto per il via ai lavori al centro sportivo. Il Comune conta di vedere l’apertura del cantiere in agosto.

Il sogno sta diventando realtà.
Dopo anni trascorsi in uno stato di abbandono e degrado il Centro sportivo di via Grignano tornerà presto a vivere. Prima con l’attività del cantiere e poi, finalmente, con i giocatori delle squadre locali che potranno tornare a far sognare i tifosi sul terreno di casa.
L’affidamento provvisorio dei lavori per il primo lotto dell’intervento al Centro sportivo è stato fatto dal Comune...


ARRESTATO
Evade dai domiciliari, preso.

Si trovava a Capriate anche se avrebbe dovuto essere agli arresti domiciliari a Perugia.
E’ stato arrestato per evasione e trasferito nel carcere di Bergamo, il 33enne albanese sorpreso dagli agenti della stradale nel primo pomeriggio di martedì a bordo di un’auto guidata da un connazionale...


VILLAGGIO OPERAIO
Tango e poesie per la rassegna «Concerti in giardino».

Un'estate dedicata alla musica e all'arte a Crespi. Dopo gli appuntamenti del 24 giugno, «Il triangolo degli innamorati» con musiche di Mozart, Haydn e Cirri, e dell’1 luglio, «Notte d'amore e d'incanto - Il seicento di Girolamo Frescobaldi», questo weekend non sarà da meno...


ESTATE
Con Batticuore la musica arriva in Municipio Capriate è entrata a far parte delle località della rassegna «Estate in ...2017».

Soddisfatto il sindaco: «Riportiamo un evento di questo tipo nella corte del palazzo dopo quattro anni».
La musica tornerà a farsi sentire nella corte del Municipio.
E’ un ritorno che fa piacere al sindaco Valeria Radaelli, quello di un evento, con il cortile del Comune che, per una sera, si trasformerà in auditorium.
Giovedì alle 21, infatti, il gruppo «Nails» terrà un concerto di musica pop italiana eseguendo brani di Giorgia, Elisa, Mina, Vanoni, Pausini, Nannini, Berté, Noemi Martini e altri ancora...


EVENTO
Nei giorni scorsi sono state effettuate al Villaggio le riprese della trasmissione di Sky.

«Sei in un paese meraviglioso»: Crespi.
Luci, cineoperatori e ciak.
Ancora una volta il magnifico scenario di Crespi d’Adda ha fatto da sfondo ad alcune riprese televisive.
Anzi, questa volta il Villaggio non si è limitato a fare da scenografia, ma ha svolto il ruolo da protagonista nella puntata di «Sei in un paese meraviglioso», la trasmissione in onda su Sky...


Per chi volesse leggere gli articoli interamente può abbonarsi online, http://www.gazzettadelladda.it/,  oppure andare in edicola a comperare il giornale.



Riunione attivisti Capriate San Gervasio del 10 luglio 2017

Riunione aperta anche ai simpatizzanti e futuri attivisti del M5S che vogliono iscriversi a ROUSSEAU.

Vi aspettiamo lunedì 10 dalle ore 20.30 alle ore 23.30 al bar Fuori Onda del centro commerciale Onda in Via Papa Giovanni XXIII, a Capriate San Gervasio. (Mappa)

Il Movimento e' un fenomeno naturale: chi ha le capacità e soprattutto la voglia di costruire il proprio futuro sarà naturalmente accolto dal gruppo.



mercoledì 5 luglio 2017

LOTTA PER CIÒ CHE MERITA DI ESSERE VISSUTO

Lotta, combatti con tutte le tue forze per quello che nella vita vale la pena di essere vissuto. Lotta per le cose che ami, fino in fondo e con tutte le tue forze. Lotta fino a che hai fiato e quando non ne hai più, fai un grande respiro e riprendi a lottare.

 Lotta, semplicemente lotta!!!

TI ASPETTIAMO: https://goo.gl/rYJZGY


sabato 1 luglio 2017

Gazzetta dell'Adda del 1 luglio 2017 - Pagina Capriate San Gervasio

IL CASO
Riesce a far espellere dall’Italia un nordafricano. «Disagio sociale da 13 anni». Il vicesindaco Carlo Arnoldi ha seguito da vicino tutta la vicenda in collaborazione con i carabinieri.

E’ riuscito a far espellere dall’Italia un nordafricano che abitava in un appartamento del centro storico e, da diversi anni, provocava problemi di convivenza agli altri residenti.
Può essere soddisfatto il vicesindaco Carlo Arnoldi che è andato a segno in un’impresa non facile in cui si è messo in gioco direttamente...


IN MANETTE
Un 24enne riarrestato dopo solo dieci giorni.

Riarrestato dai carabinieri a soli dieci giorni da un precedente arresto. Protagonista della vicenda un marocchino 24 enne che martedì sera è finito in manette in flagranza di reato dopo essere stato «pizzicato» dai carabinieri di Capriate, dopo un furto con destrezza messo a segno in un centro commerciale di Brembate...


CENTRO SPORTIVO
Centro sportivo: ormai ci siamo. Fermo da tempo, l’impianto tornerà a nuova vita a breve. In programma anche la sistemazione della tensostruttura.
Identificata l’impresa che eseguirà i lavori per il primo lotto del progetto.

Il conto alla rovescia per la rinascita del Centro sportivo di via Grignano è iniziato.
E’ stata, infatti, identificata l’impresa che eseguirà i lavori del primo lotto del progetto destinato al recupero degli impianti sportivi che versano in uno stato di abbandono ormai da diversi anni...


URBANISTICA
Martedì al teatro di Crespi si è tenuto un forum pubblico.
Piano particolareggiato: «Ora le scelte».

Un altro tassello è andato ad aggiungersi al mosaico del Piano particolareggiato per Crespi.
Martedì sera, infatti, al teatro del Villaggio operaio si è tenuto un forum pubblico sullo strumento urbanistico.
Nel corso dell’incontro i tecnici che stanno seguendo la stesura del Piano hanno spiegato ai presenti tutti i contenuti...




Per chi volesse leggere gli articoli interamente può abbonarsi online, http://www.gazzettadelladda.it/,  oppure andare in edicola a comperare il giornale.