- IL 22 OTTOBRE VOTIAMO SÌ AL REFERENDUM VOLUTO DAL M5S PER LA LOMBARDIA -

martedì 30 maggio 2017

Spreco alimentare, ogni anno in Europa 88 milioni di tonnellate di cibo diventano rifiuti

Ogni anno in Europa 88 milioni di tonnellate di cibo diventano rifiuti e al contempo 55 milioni di cittadini Ue non riescono a permettersi un pasto di qualità.


I prodotti alimentari vengono persi e sprecati lungo tutta la filiera alimentare: nelle aziende agricole, nella lavorazione e produzione, nei negozi, nei ristoranti e in casa. Sempre secondo stime, i settori che in media contribuiscono maggiormente allo spreco dei generi alimentari nell’Ue sono le famiglie (53%) e l’industria della trasformazione alimentare (19%).

È necessario che i consumatori siano meglio informati sullo spreco di cibo e sulle sue cause.

Secondo un sondaggio dell’Eurobarometro la data di scadenza sui prodotti alimentari è mal compresa, anche se quasi 6 su 10 europei dicono di controllare sempre le diciture “da consumarsi preferibilmente entro” e “da consumarsi entro” sulle etichette.  L’incomprensione riguardo alle date di scadenza contribuisce all’aumento dei tassi di spreco.

Lo spreco di cibo costituisce un problema etico, oltre che economico e ambientale.


Lo spreco di alimenti implica anche uno spreco di risorse preziose e spesso limitate (acqua, suolo, ore di lavoro, energia, ecc.) contribuendo inoltre al cambiamento climatico. Secondo la FAO, i rifiuti alimentari creano un inquinamento da anidride carbonica equivalente a circa l’8% delle emissioni totali di gas ad effetto serra prodotte dall’uomo. Questo perché per ogni chilo di cibo prodotto vengono rilasciati 4,5 kg di CO2 nell’atmosfera.

La riduzione dei rifiuti alimentari non è solo un obbligo economico e ambientale, ma anche morale.

Secondo i dati forniti dalla FAO, circa 793 milioni di persone nel mondo sono malnutrite. I dati Eurostat ci mostrano che 55 milioni di persone (il 9,6% della popolazione dell’UE-28) non sono riuscite a permettersi un pasto di qualità ogni due giorni nel 2014.

Il tema in discussione al Parlamento Europeo.


Lunedì 15 maggio il Parlamento Europeo ha discusso una relazione preparata dalla deputata croata Biljana Borzan che propone una serie di misure volte a ridurre del 50% entro il 2030 le 88 tonnellate di spreco alimentare annuo dell’Unione Europea. Con questo traguardo concreto i deputati intendono ribadire l’obiettivo già delineato nel pacchetto legislativo sui rifiuti votato a marzo.

In aggiunta la relazione Borzan suggerisce alcune misure per ridurre lo spreco alimentare, come facilitare le donazioni di cibo.

Le donazioni permettono di aiutare persone in difficoltà e allo stesso tempo ridurre lo spreco alimentare. Per questo la relazione sollecita la Commissione europea a proporre un cambiamento nelle vigenti direttive sull’IVA per autorizzare in maniera esplicita le donazioni di cibo.

La semplificazione delle etichette, eliminando l’ambiguità fra le diciture “da consumarsi entro” e “da consumarsi preferibilmente entro”, aiuterebbe ulteriormente a prevenire gli sprechi.

di Arpat



sabato 27 maggio 2017

Gazzetta dell'Adda del 27 maggio 2017 - Pagina Capriate San Gervasio

EVENTO
Mercoledì alla centrale di Crespi è stato presentato il «Trambai Rosti Criterium»
Il Villaggio velodromo per un giorno.
Per le strade sfrecceranno le biciclette a scatto fisso tipiche delle gare in pista.

Velodromo per un giorno.
E’ così che diventerà, sabato 10 giugno, il Villaggio Operaio di Crespi che, per l’occasione, ospiterà la prima edizione del «Trambai Rosti Criterium», una manifestazione dedicata alle biciclette a scatto fisso e senza freni tipiche delle gare in pista che, da qualche tempo sono diventate un vero e proprio fenomeno di costume.
L’evento è stato presentato mercoledì in una cornice eccezionale come la centrale di Crespi, cuore pulsante dell’intero Villaggio...


POLITICA
Interrogazione di «Impegno in Comune»
Migranti: la questione arriva in Consiglio.

Nessuna polemica, ma la volontà di vederci chiaro. E’ questa la finalità di un’interrogazione presentata nei giorni scorsi dai due esponenti del gruppo di minoranza «Impegno in Comune», Donatella Pirola e Cristiano Esposito. Il documento, porterà all’attenzione del Consiglio comunale la questione dei richiedenti asilo ospitati in città, in un edificio di via Ceresoli. Il 26 febbraio era arrivato in città un primo gruppo di migranti composto da 18 persone...


ZTL CRESPI
Permessi Ztl, «Perché no ai residenti di Crespi Alta?»

Perché ai residenti del Villaggio sì, e agli abitanti di «Crespi Alta» no?.
Potrebbe sintetizzarsi così il contenuto di un’interrogazione presentata nei giorni scorsi dagli esponenti del gruppo di minoranza consiliare «Impegno in Comune», Donatella Pirola e Cristiano Esposito che mettono sotto la lente, con il loro documento l’istituzione della Ztl a Crespi...


CULTURA
In campo per i masterclass attori, professionisti e artisti.
ZTC, docenti e allievi sulle sponde dell’Adda.

Ha preso il via nei giorni scorsi con un masterclass di fotografia il progetto Ztc, Zone a traffico culturale, destinato a portare a Crespi e sulle sponde dell’Adda professionisti, attori e artisti per aprire cantieri culturali che coinvolgono i giovani...


SPORT
Comunque una grande stagione della compagine della Pallavolo Capriate.
Si ferma ai playoff il sogno delle Mini Allieve.

Un cammino stupendo che si è fermato ai play off.
E’ quello compiuto dalle Miniallieve A della Pallavolo Capriate che quest’anno hanno partecipato al Campionato Csi Bergamo, classificandosi seconde.
Undici le atlete che hanno difeso i colori della Pallavolo Capriate: Miriam Arnoldi, Vittoria Travelli, Margherita Bresciani, Arianna Mariani, Sara Costa, Chiara Cereda, Beatrice Osio, Lisa Battaglia, Matilda Montanari, Francesca Parise e Giulia Colombo, tutte ragazze nate nel 2002-2003...




Per chi volesse leggere gli articoli interamente può abbonarsi online, http://www.gazzettadelladda.it/,  oppure andare in edicola a comperare il giornale.






venerdì 26 maggio 2017

Basta parlare di economia circolare, mettiamola in pratica!

Basta parlare di economia circolare, bisogna metterla in pratica!' Il messaggio di Paul Connett al G7 di Taormina.

Dal 26 al 27 maggio i grandi della terra si confronteranno su alcuni temi di importanza mondiale e tra questi ci sono le migrazioni e il clima. Ed è proprio ai leader mondiali che il prof Paul Connett si rivolge mentre è in tour in Sicilia per la strategia Rifiuti Zero.


 di Tiziana Giacalone
"Si chiudono i lavori del convegno di Catania con l'impegno della comunità Rifiuti Zero di indirizzare e sostenere la politica regionale che esplicitamente ha dichiarato di abbandonare il vecchio modello di incenerimento dei rifiuti." Così gli organizzatori dopo la tappa di Catania del tour di conferenze sulla strategia Rifiuti Zero in Sicilia, che vedono protagonista il prof. Paul Connett. Le prossime mete del vulcanico professore e dei suoi accompagnatori saranno Augusta (SR), Paternò (CT) e a Bagheria (PA). Il tour è stato organizzato da Zero Waste Italy e dal Centro di Ricerca Rifiuti Zero di Capannori in collaborazione con numerose associazioni e istituzioni locali e con la partecipazione dell'Ufficio Speciale per l'incremento della raccolta differenziata in Sicilia.


E siccome il 26 e il 27 maggio a pochi chilometri di distanza, a Taormina, c'è il G7 il docente inglese non si lascia sfuggire l'occasione e lancia un messaggio ai 'grandi della terra': "Non bisogna solo parlare di sostenibilità e di economia circolare!" tuona Connett "Bisogna metterle in pratica attraverso alcuni passi per sostenere la strategia rifiuti zero". Quali? Cita per esempio l'eliminazione degli incentivi per costruire nuovi inceneritori e contemporaneamente l'avvio della fase di dismissione degli inceneritori esistenti aumentando i centri di ricerca e i centri per il recupero dei materiali. Ma anche la riduzione della produzione e dell'uso della plastica che è nemica degli oceani e si introduce nella catena alimentare. Tutto questo non può prescindere dagli incentivi che, secondo Connett, dovrebbero sostenere chi decide di adottare la Strategia Rifiuti Zero e chi sceglie di progettare beni riparabili e riciclabili.


Insiste sull'importanza dell'economia circolare, ricorda che "l'Europa importa il 60% delle materie prime" e riporta le parole del commissario europeo per l'ambiente, Karmenu Vella, che "considera le comunità ZW come esempi vivi dell'economia circolare da cui derivano benefici ambientali, economici e professionali".
Chiude sottolineando come la strategia ZW non fornisce solo soluzioni per una gestione sostenibile dei rifiuti ma consente anche di affrontare problematiche globali legate alla giustizia sociale e ambientale e proprio per questo il movimento Rifiuti Zero può, a suo avviso, essere visto come parte di un movimento globale di pace.

da: ecodallecitta.it


martedì 23 maggio 2017

Microcredito ✰✰✰✰✰ Tour

 TAPPA BREMBATE


Non mancate domenica 28 a Brembate, dalle 9 alle 12 saremo in Piazza Don Todeschini con un banchetto informativo sul microcredito.



sabato 20 maggio 2017

Gazzetta dell'Adda del 20 maggio 2017 - Pagina Capriate San Gervasio

ANNIVERSARIO
Il Coro San Gervasio celebra i primi quarant’anni. Il sodalizio può vantare anche un concerto in Vaticano davanti a Papa Giovanni Paolo II.

Era il 1977.
La maggior parte delle auto che circolavano sulle strade erano le «mitiche» Fiat 127 e 128 e telefonini, App, social network e Wi - fi sarebbero apparsi solo decenni più tardi.
A Capriate, però, un gruppo di persone ha un’idea che vive ancora oggi e dà vita al Coro San Gervasio. Maestro del Coro era, allora come oggi, Mario Gaspani che sabato prossimo si appresta a celebrare i quarant’anni del Coro San Gervasio con un concerto in chiesa...


SGOMBERI
Vicolo Monte Grappa, sgomberato appartamento.

Un appartamento sgomberato e mamma e figlio affidati ai servizi sociali del Comune di residenza. A pochi giorni dalla scoperta di una situazione di degrado, tutto è tornato alla normalità in vicolo Monte Grappa. A portare alla luce una situazione difficile sotto vari aspetti in un appartamento della via era stato, alcuni giorni fa, un principio di incendio...


EVENTO
Il vicesindaco ha partecipato al raduno di Treviso.

Arnoldi: «Grazie agli alpini».
Domenica ha partecipato al raduno nazionale degli alpini a Treviso e il vicesindaco Carlo Arnoldi ha voluto rivolgere un ringraziamento alle Penne Nere.
«Grazie agli alpini di Capriate, Crespi, San Gervasio, grazie agli alpini di tutta Italia ,grazie agli alpini di tutto il mondo . Domenica a Treviso la 90esima adunata nazionale dell'Ana è stato l'ennesimo momento esaltante emozionante che negli ultimi anni mi vede costantemente presente a nome ed in rappresentanza dell'Amministrazione di Capriate...


FESTA DELLA MAMMA
La classe ha aderito all’iniziativa organizzata dalla Gazzetta dell’Adda.
I messaggi della 3 B della primaria di San Gervasio.

All’iniziativa per la Festa della mamma avevano aderito anche i ragazzi della 3 B della Primaria di San Gervasio.
Purtroppo i loro messaggi non erano stati pubblicati, per errore, sulle pagine del giornale in edicola la scorsa settimana. Di seguito i messaggi che i ragazzi hanno scritto per le mamme.
«Mamma ti voglio dire che sei speciale, gentile e per me sei la più importante...


CRESPI
Ora tocca al forum.

Procede l’iter per arrivare alla estensione del Piano particolareggiato per Crespi d’Adda...


Per chi volesse leggere gli articoli interamente può abbonarsi online, http://www.gazzettadelladda.it/,  oppure andare in edicola a comperare il giornale.





mercoledì 17 maggio 2017

L’Italia finisce di fronte alla Corte Ue per le discariche, sono 44 quelle «non conformi»

Avrebbero dovuto essere chiuse o bonificate a partire dal 2009. Negli ultimi due anni lavori conclusi solo in 6 siti su 50.


Secondo quanto prescritto dall’articolo 14 della direttiva relativa alle discariche di rifiuti (direttiva 1999/31/CE del Consiglio), l’Italia, come del resto tutti gli altri Stati Ue, era tenuta a bonificare entro il 16 luglio 2009 le discariche che avevano ottenuto un’autorizzazione o che erano già in funzione prima del 16 luglio 2001 (“discariche esistenti”), adeguandole alle norme di sicurezza stabilite in tale direttiva oppure a chiuderle. Sono passati ormai 8 anni dal termine ultimo, ma non è cambiato molto.

Malgrado i precedenti ammonimenti della Commissione europea, che da ultimo nel giugno 2015 ha esortato l’Italia a trattare adeguatamente quelle discariche che «rappresentavano ancora una minaccia per la salute umana e per l’ambiente» (allora erano 50), nel nostro Paese «le misure necessarie per la bonifica o la chiusura di 44 discariche non sono ancora state completate nel mese di maggio 2017». Oltre il danno ambientale dunque la beffa; si prospetta una nuova, maxi multa in arrivo da parte dell’Unione europea, con il nostro Paese deferito alla Corte di giustizia Ue da parte della Commissione. Che tiene comunque a precisare: ad essere illegali non sono certo le discariche in sé, come qualcuno vorrebbe affermare, ma quelle non sicure.

«A norma del diritto dell’Ue, ricorda la Commissione, gli Stati membri sono tenuti a recuperare e smaltire i rifiuti in modo tale da non mettere in pericolo la salute umana e l’ambiente, vietando l’abbandono, lo scarico e lo smaltimento incontrollato dei rifiuti». Esistono molti modi per smaltire i rifiuti. L’interramento nel suolo, ossia nella discarica «dovrebbe essere limitato al minimo assoluto», che pure rimane funzionale per alcune tipologie di rifiuti. Se ne deduce che le discariche, per operare secondo legge, sono obbligate a seguire numerosi criteri di sicurezza.

«La direttiva sulle discariche (direttiva 1999/31/CE del Consiglio) stabilisce norme, osserva ancora la Commissione, per proteggere la salute umana e l’ambiente, in particolare le acque superficiali, le acque freatiche, il suolo e l’atmosfera dagli effetti negativi della raccolta, del trasporto, del deposito, del trattamento e dello smaltimento e mira a prevenire o a ridurre il più possibile le ripercussioni negative delle discariche di rifiuti, durante l’intero ciclo di vita della discarica»

da: www.greenreport.it





domenica 14 maggio 2017

Microcredito ✰✰✰✰✰ Tour

 TAPPA CAPRIATE SAN GERVASIO



 COME ACCEDERE AL FONDO IN SEMPLICI TRE STEP

1- Dal 27 maggio 2015 puoi fare domanda comodamente online sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico. Prima di presentare domanda, ti consigliamo di preparare un piano imprenditoriale, cioè un progetto per un'idea imprenditoriale fattibile. Se hai qualche dubbio o difficoltà, puoi leggere la nota tecnica che abbiamo preparato insieme all'ordine nazionale dei consulenti del lavoro, Clicca QUI per scaricarla. Se hai bisogno di assistenza, consulta il tuo professionista di fiducia oppure il consulente del lavoro più vicino: trovi QUI l'elenco dei consulenti del lavoro che si sono resi disponibili a fornire, gratuitamente, tutte le informazioni necessarie per la compilazione della domanda. Seleziona la tua regione e la provincia e scegli uno dei professionisti.
Clicca QUI per maggiori informazioni sulla collaborazione con i Dottori commercialisti della Anc (Associazione nazionale commercialisti) che hanno manifestato la disponibilità a supportare gratuitamente gli imprenditori nella compilazione e presentazione della domanda. Clicca QUI per l’elenco dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili iscritti all’Ordine di Bari.

2- Compila la domanda per ottenere la prenotazione dei fondi utili al rilascio del tuo credito. La prenotazione resterà valida per i 5 giorni lavorativi successivi in attesa che l’interessato presenti il proprio progetto imprenditoriale al soggetto finanziatore (operatore del microcredito, istituto bancario o intermediario finanziario).

3- Entro 5 giorni lavorativi dal rilascio della ricevuta di prenotazione dovrai recarti presso un intermediario finanziario (banche, poste e altri enti accreditati che ti verranno indicati dal consulente) che dovrà concludere la pratica entro 60 giorni. Non servono garanzie reali, cioè non rischi nessuna ipoteca. Per ulteriori approfondimenti scarica il documento tecnico del Ministero dello sviluppo economico.



sabato 13 maggio 2017

Gazzetta dell'Adda del 13 maggio 2017 - Pagina Capriate San Gervasio

«BAD STUFF»
Nell’arco di cinque mesi, la Guardia di Finanza ha arrestato 21 persone e sequestrato 212 chilogrammi di sostanze stupefacenti. Maxi operazione antidroga, capriatese in manette.
Tra i fermati dalle Fiamme Gialle ci sono anche 5 «ovulatori» che hanno trasportato in totale 130 ovuli e 16 corrieri.

C’è anche un capriatese tra le persone arrestate nei giorni scorsi dalla Guardia di Finanza nell’ambito di una vasta operazione antidroga.
L’uomo, un 30enne, è finito in manette nell’ambito di una particolare attività messa a punto dalla Guardia di Finanza nel corso di un’operazione...


INCENDIO
Un piccolo incendio fa scoprire una situazione di grave disagio.

Il fumo di un piccolo incendio in una casa del centro storico ha fatto emergere una situazione di grave disagio.
Il fatto è avvenuto venerdì della scorsa settimana quando il fumo che proveniva da un appartamento posto nel centro storico del paese a pochi passi dal Municipio ha fatto scattare l’allarme.
Sul posto si sono recati i Vigili del fuoco e i carabinieri ma se i pompieri non hanno avuto difficoltà a domare le fiamme sembra causate da una sigaretta accesa dimenticata su una cassa acustica, quello che ha preoccupato maggiormente è stato il degrado dell’abitazione...


CRESPI
Piano particolareggiato, conferenza di servizio aperta a tutti
.
Un altro passo avanti è stato fatto.
Si avvicina, infatti, il momento in cui sarà presentato il Piano particolareggiato per Crespi d’Adda.
Lunedì i tecnici che stanno seguendo l’iter del Piano, hanno relazionato davanti alle Commissioni congiunte Urbanistica e Crespi, mentre un altro momento importante per il procedimento è in programma già martedì 16 alle 15 in sala consiliare, quando ci sarà la prima conferenza di valutazione Vas.
«La conferenza è aperta a tutti - ha spiegato il vicesindaco Carlo Arnoldi - Alcuni enti, gruppi e associazioni interessati dalla questione li abbiamo già invitati direttamente noi, ma chiunque potrà partecipare...


Per chi volesse leggere gli articoli interamente può abbonarsi online, http://www.gazzettadelladda.it/,  oppure andare in edicola a comperare il giornale.



giovedì 11 maggio 2017

Microcredito ✰✰✰✰✰ Tour

TAPPA MISANO GERA D'ADDA

Se hai un’idea imprenditoriale o vuoi avviare un’attività commerciale adesso puoi farlo con le risorse del fondo per il microcredito a tua disposizione!
Puoi richiedere un finanziamento FINO A 35000€ per avviare o sostenere la tua attività. 

Passa a trovarci e prenditi la tua parte.

Misano Gera d'Adda, piazza della chiesa dalle 9.00 alle 12.00


lunedì 8 maggio 2017

Auto elettriche, nel 2040 il sorpasso

Secondo Morgan Stanley il 2040 sarà l'anno in cui le auto elettriche supereranno quelle tradizionali; la mobilità elettrificata è il futuro.


Il mercato delle auto elettriche è in forte crescendo e gli analisti lo stanno seguendo con attenzione per capire come si evolverà in futuro. Secondo gli analisti di Morgan Stanley, le vendite delle auto elettriche sorpasseranno quelle a combustibile nel 2040. Quella di Morgan Stanley è solamente una delle ultime previsioni di un mercato ancora molto fluido e che non ha ancora preso una direzione definitiva. Per esempio, Bloomberg Energy è ancora più conservativo affermando che nel 2040 solamente il 35% delle vendite sarà legato alle auto elettriche.

Trattasi di previsioni tutte molto conservative dettate dal fatto, probabile, che il mercato è ancora molto di nicchia ed immaturo. In molti mercati, infatti, le auto elettriche non rappresentano nemmeno l’1% delle vendite totali. Nei prossimi anni, comunque, sicuramente si assisterà ad una forte accelerazione in questo settore. Grazie al maggior impegno delle case automobilistiche arriveranno sul mercato molti più modelli elettrici. Inoltre, con il progressivo calo dei costi delle batterie e parallelamente con l’autonomia sempre più crescente delle auto, quando il veicolo elettrico avrà raggiunto gli stessi costi e le medesime prestazioni in termini di autonomia rispetto ad un veicolo a combustibile non ci saranno più motivi per cui le persone debbano preferire i più vecchi ed inquinanti modelli.

Una parità di costi e prestazioni che con il maggiore impegno delle case automobilistiche non dovrebbe tardare ad arrivare. Possibile, dunque, che tra una decina di anni il mercato delle auto elettriche sia molto più maturo rispetto all’attuale. A quel punto, dovrebbe crescere rapidamente sino a superare quello delle auto tradizionali. Per il 2040 secondo Morgan Stanley, ancora più tardi secondo qualcuno. Tuttavia è innegabile che la mobilità elettrificata sia il futuro dei trasporti.

da: webnews.it


sabato 6 maggio 2017

Gazzetta dell'Adda del 6 maggio 2017 - Pagina Capriate San Gervasio

VILLAGGIO
Piano particolareggiato, si fa il primo passo davanti alle Commissioni urbanistica e per Crespi. Il passaggio successivo sarà una conferenza di servizio aperta, poi spazio a osservazioni e suggerimenti
.
Il piano particolareggiato per Crespi compie il primo passo davanti alle Commissioni.
Lunedì, infatti, i tecnici che stanno seguendo la vicenda, saranno davanti alle Commissione urbanistica e alla Commissione Crespi, riunite in seduta congiunta per una relazione sui rapporti preliminari di Vas riferiti al Piano particolareggiato di Crespi.
Quello in programma lunedì non sarà però l’unico momento in cui sarà trattato l’argomento del Piano particolareggiato relativo del Villaggio operaio riconosciuto patrimonio dell’Unesco da oltre vent’anni...


INIZIATIVA
Sensibilizzazione.
Software libero: gazebo pentastellato a Crespi.

Continua la campagna di sensibilizzazione dei pentastellati capriatesi per la diffusione del software libero. Sabato gli attivisti hanno organizzato un gazebo a Crespi...


EVENTI
Più di 600 persone per la terza edizione della «Camminata con gli amici di scuola»

Una giornata bella ma fredda ha accolto, domenica mattina le oltre 600 persone che hanno preso parte alla terza edizione della «Camminata con gli amici di scuola».
Un evento, organizzato dai rappresentanti di classe delle scuole elementari e medie di Capriate con finalità benefiche, che ha visto anche la partecipazione del sindaco Valeria Radaelli e di diversi esponenti della Giunta...


Per chi volesse leggere gli articoli interamente può abbonarsi online, http://www.gazzettadelladda.it/,  oppure andare in edicola a comperare il giornale.





martedì 2 maggio 2017

Microcredito ✰✰✰✰✰ Tour

 TAPPA SOLZA
Grazie a oltre 20 milioni di stipendi restituiti dagli eletti M5S sono già state finanziate più di 4.000 imprese, generando oltre 10.000 posti di lavoro. Il microcredito si avvale ormai di quasi 10mila sportelli. In tutta Italia.
Vuoi avviare un'attività? Rafforzare la tua impresa?

Vieni a trovarci domenica mattina a Solza in Piazza San Giorgio, angolo via Leonardo da Vinci dalle 8.30 alle 12.00