domenica 30 aprile 2017

Gazzetta dell'Adda del 29 aprile 2017 - Pagina Capriate San Gervasio

CRESPI
Il Comitato Crespi No Parking pungola il Comune: «Quando pensate di informare i cittadini?». Con una lettera polemica inviata all’Amministrazione capriatese in cui rivolge diverse domande.

Un sasso nello stagno.
E’ questo l’effetto che ha avuto una lettera inviata dal Comitato Crespi No Parking all’Amministrazione comunale che, dopo mesi di tranquillità ha rinfocolato le polemiche su Crespi e sul suo futuro sviluppo.
Un futuro, di cui, secondo il Comitato, i cittadini capriatesi non sono stati informati...


PARLA ARNOLDI
«Nessuna novità decisionale è stata presa e non ci sono delibere in vista».
Il vicesindaco: «Fino a oggi solo incontri sull’iter».

Una risposta alla missiva del Comitato è arrivata, a stretto giro di posta, da un amareggiato vicesindaco Carlo Arnoldi. Amareggiato per la polemica del Comitato che, in chiusura della lettera diceva di aver poche speranze di ricevere una risposta, e amareggiato anche per avuto la lettera non dal protocollo comunale ma dai media...


INTERVENTO
Anche il sindaco tra gli operatori che, pennelli alla mano, hanno tinteggiato la parete.
Ripulito dalle scritte il «muro della vergogna».

Ripulito il «muro della vergogna».
Sabato scorso un gruppo composto da volontari, alpini, Protezione civile, sindaco e assessori, ha preso vernici e pennelli e ha ripulito il muro che costeggia la rotonda del casello autostradale.
Un muro che, da tempo, era diventato uno spazio dove vari estremismi esprimevano per lo più le loro offese...


LETTERA
Degrado: a chi tocca ripulire?

Egregio direttore
San Gervasio, via Trento, vicolo chiuso. In questa via ormai da decenni c'è un rudere caduto in parte, in parte abbattuto per motivi di sicurezza. All'interno della struttura, visibili dalla strada, ci sono alte erbacce dove si annidano vari animali come topi e insetti.
Io come cittadino mi sono rivolto in Comune telefonicamente per far intervenire il proprietario ed invitarlo a procedere con il taglio delle erbacce...


RICORRENZA
Celebrazioni per il XXV Aprile alla Casa di riposo.
«L’anno prossimo ancora con le scuole».

Corteo, discorsi e testimonianze elaborate dai ragazzi. Anche quest’anno l’Amministrazione comunale ha celebrato il 25 Aprile con le scuole e, per questa ragione, la cerimonia si è tenuta il 26.
Dopo il corteo la celebrazione si è conclusa alla Casa di riposo «Ovidio Cerruti»...


Per chi volesse leggere gli articoli interamente può abbonarsi online, http://www.gazzettadelladda.it/,  oppure andare in edicola a comperare il giornale.




giovedì 27 aprile 2017

PM10, ultimo avvertimento UE: in Italia 66mila morti premature

La Commissione europea punta il dito su 30 zone di qualità dell’aria. Abbiamo 2 mesi di tempo per ridurre i livelli di particolato fine prima d’essere deferiti alla Corte di Giustizia.

 
L’inquinamento atmosferico continua ad essere il tallone d’Achille delle politiche ambientali italiane. Dopo la tirata d’orecchie dell’Europa per gli alti livelli di biossido di azoto (NO2), arriva puntuale anche quella per i continui sforamenti dei limiti per il particolato (PM10). La Commissione Europea ha inviato oggi a Roma un parere motivato, ultimo avvertimento della fase pre-contenziosa, in cui esorta l’Italia ad intervenire rapidamente per ridurre lo smog legato alle polveri sottili.

Ultimo avvertimento per il livelli di PM10

Come in tutte le procedure d’infrazione, la diffida arriva parecchi mesi dopo la lettera di messa in mora, il primo campanello d’allarme suonato da Bruxelles per il Belpaese. Già a giugno 2016 l’esecutivo europeo aveva esortato l’Italia a sanare le lacune normative in materia di inquinamento atmosferico da PM10. Un avvertimento riguardante 30 zone di qualità dell’aria in tutto il territorio italiano in cui dal 1° gennaio 2005, data dell’entrata in vigore dei valori limite giornalieri di polveri sottili in sospensione (PM10), si sono registrati dei superamenti. Le zone in questione sono situate nelle regioni di Lombardia, Veneto, Piemonte, Toscana, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Umbria, Campania, Marche, Molise, Puglia, Lazio e Sicilia.

In caso di superamento dei valori limite, gli Stati membri sono tenuti ad adottare e attuare piani per la qualità dell’aria che stabiliscano misure atte a porvi rimedio nel più breve tempo possibile. Le misure legislative e amministrative finora adottate dal governo non sono bastate a risolvere il problema. La situazione è più severa di quanto possa sembrare ad una lettura veloce della vicenda. Ogni anno l’inquinamento da PM10 provoca nel paese più di 66mila morti premature, rendendo l’Italia lo Stato membro più colpito in termini di mortalità connessa al particolato, secondo le stime dell’Agenzia europea dell’ambiente.

In realtà si tratta di un problema su cui siamo particolarmente recidivi. Una precedente sentenza della Corte di giustizia dell’Unione europea, infatti, aveva già ritenuto l’Italia responsabile della violazione della legislazione UE pertinente per gli anni 2006 e 2007. Se il Paese non si attiverà entro due mesi, la Commissione potrà deferire il caso nuovamente al tribunale europeo.

da: www.rinnovabili.it


martedì 25 aprile 2017

OPEN SOURCE ✰✰✰✰✰ TOUR - Quinta tappa

CRESPI D'ADDA
 
La conoscenza deve essere gratuita per tutti.

Ne siamo convinti a Capriate San Gervasio che sabato 29 dalle 15.00 alle 19.00 saremo a Crespi d'Adda in Corso A. Manzoni 7 a spiegare perché è sempre preferibile l'uso del Software Libero. Non solo programmi gratuiti ma aperti, ognuno rilasciato con la sua ricetta per poterli leggere come sono stati scritti e per poter essere migliorati secondo le proprie esigenze, diventando noi stessi i proprietari, garantendo a tutti l'accesso ai dati nel lungo periodo senza incertezza presente e futura riguardo ai diritti legali o le specifiche tecniche (interoperabilità).

Basta pagare costosissimi programmi. In questo modo le scuole risparmierebbero migliaia di euro evitando l'acquisto di programmi proprietari coperti da licenza (es. Windows, Microsoft Office, Autocad. Photoshop...) e potrebbero fornire gratuitamente a tutti gli studenti alternative libere e gratuite dove nessuno sarebbe "costretto" a scaricare e usare programmi illegalmente. L'intero processo educativo va ripensato: non possiamo permetterci di perdere la creatività delle nuove generazioni che è un tesoro troppo prezioso.

Anche le amministrazioni dovrebbero essere libere da contratti che le vincolano al proprietario di un programma. I formati proprietari sono controllati e definiti da interessi privati (ed hanno, in genere, misure di restrizione o vincoli nell'utilizzo). Adottare formati aperti e liberi, per la diffusione e la conservazione dell’informazione sarebbe quindi un vantaggio e una garanzia di indipendenza.

Servono coraggio e iniziativa da parte di tutti, scuole e amministrazioni in primis, perché una strada diversa e libera è possibile.

sabato 22 aprile 2017

Gazzetta dell'Adda del 22 aprile 2017 - Pagina Capriate San Gervasio

FURTO
Ladri in azione: rubati i soldi della macchinetta del caffè. Il colpo, che ha fruttato pochi spiccioli, è stato messo a segno tra martedì e mercoledì
I malviventi hanno rotto una finestra e sono penetrati nei locali della biblioteca. Una volta all’interno di Villa Carminati, hanno forzato il distributore automatico di bevande calde e si sono impossessati dell’incasso delle fotocopie: 12 euro in contanti.

Anche questo potrebbe essere un segno dei tempi che cambiano.
Anni fa, i ladri prendevano di mira le banche, le gioiellerie, le auto di lusso, mentre oggi si accontentano degli spiccioli che trovano nelle macchinette del caffè.
E’ successo in città dove, a finire nel mirino dei malviventi, è stata la biblioteca comunale ospitata in Villa Carminati a San Gervasio.
Il furto è stato scoperto nella mattinata di mercoledì quando i bibliotecari si sono recati sul loro posto di lavoro...


GAZEBO
Sabato 29 aprile.
Pentastellati al Villaggio per il software libero.

Un gazebo per spiegare perché è sempre preferibile il software libero.
E’ quello che hanno in programma sabato 29 aprile dalle 15 alle 19 gli esponenti pentastellati che allestiranno un gazebo a Crespi in corso Manzoni...


IL CASO
Alcuni automobilisti hanno cercato di non far rilevare la targa passando sulla corsia di sinistra.

Ztl: «E’ inutile transitare dal varco “all’inglese”».
La furbizia italica non smette mai di stupire. E alcuni esempi di italico ingegno, anche se questa volta non hanno avuto l’esito sperato da chi li ha messi in campo, sono stati registrati a Crespi all’ingresso della Ztl che regola gli ingressi al Villaggio sito Unesco, la domenica dalle 14 alle 19, dalla primavera all’autunno.
Una zona a traffico limitato che, per la prima volta quest’anno, è monitorata da alcune telecamere specifiche per la lettura delle targhe. La segnalazione luminosa del varco attivo della Ztl è presente sul solo lato destro della strada e così qualcuno deve aver pensato che, transitando «all’inglese» percorrendo quindi la strada sulla corsia di sinistra...


CULTURA
La proposta è dell’assessore regionale Cristina Cappellini. L’esposizione rimarrà allestita fino a lunedì.
«La mostra fotografica sui siti Unesco diventi itinerante».

«Diventi itinerante la mostra “Metti in mostra la Lombardia”». La proposta è dell’assessore regionale alle Culture, Identità e Autonomie, Cristina Cappellini, che ha espresso il suo parere nel corso dell’inaugurazione della mostra avvenuta nei giorni scorsi.
La proposta dell’assessore regionale potrebbe interessare da vicino anche Capriate dal momento che la mostra fotografica «Metti in mostra la Lombardia» allestita fino a lunedì a Palazzo Lombardia, è una raccolta dei migliori venti scatti realizzati in uno dei dieci siti Unesco della Lombardia...


INIZIATIVA
Organizzata dai rappresentanti di classe quest’anno punta alle 500 presenze.
Una camminata per raccogliere fondi per le scuole.

Una camminata per sostenere la scuola.
E’ quello che hanno organizzato per domenica 30 aprile i rappresentanti di classe delle scuole elementari e medie della città.
L’evento, che è giunto alla sua terza edizione punta a raggiungere quota 500 presenze.
Una bella soddisfazione per una iniziativa come la «Camminata con gli amici di scuola» che era partita da una sola scuola e si è sviluppata anno dopo anno.
«Questo è il terzo anno - ha spiegato Simona Ferrari...


Per chi volesse leggere gli articoli interamente può abbonarsi online, http://www.gazzettadelladda.it/,  oppure andare in edicola a comperare il giornale.



giovedì 20 aprile 2017

OPEN SOURCE ✰✰✰✰✰ TOUR - Quarta tappa

CARAVAGGIO

Vi aspettiamo domenica dalla ore 9.00 alle 12.00 nella piazza della chiesa per la quarta tappa del tour con wifi gratuito a spiegare perché e sempre preferibile l'utilizzo del software libero.



martedì 18 aprile 2017

La caccia è aperta

Una fototrappola ben piazzata nel parcheggio autostradale tra Brembate e Capriate non guasterebbe, con pochi euro si potrebbero fotografare o filmare gli "animali" che gettano i rifiuti!


L’abbandono dei rifiuti nei luoghi all’aperto e lungo le strade è un fenomeno purtroppo sempre in crescita con conseguente degrado ambientale; i rifiuti sono spesso abbandonati non solo ai bordi delle strade, ma anche a pochi passi dall’alveo dei fiumi e nascosti tra la fitta vegetazione.

Oltre al danno ambientale e sanitario, sussiste anche quello economico in quanto l’amministrazione comunale deve affrontare i costi per intervenire alla rimozione dei rifiuti, costi che poi si riversano anche sui cittadini con aumenti dei tributi.

Sono tantissime le richieste da parte dei cittadini affinché l’amministrazione pubblica non solo provveda alla rimozione dei rifiuti abusivi, ma anche che punisca i responsabili di tali azioni perché non è giusto che, per colpa di pochi e incivili individui, tutta la comunità debba pagare.

Il tipo di rifiuto che si trova abbandonato non è solo quello domestico; si ritrovano anche rifiuti speciali, come gli scarti delle ristrutturazioni edilizie (macerie, guaine di plastica, eternit), rifiuti RAEE (apparecchiature elettriche ed elettroniche) e quelli ingombranti (divani, materassi, suppellettili), senza dimenticare che tra questi vi sono anche rifiuti classificati come pericolosi.

Purtroppo l’abbandono dei rifiuti di vario genere da parte di alcuni cittadini è un malcostume difficile da sradicare e che necessità di azioni non solo per rimuovere i rifiuti da parte della pubblica amministrazione, ma anche di azioni concrete per prevenire e reprimere comportamenti illegali che possono in taluni casi anche configurare sanzioni penali.

L’articolo 192 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 (norme in materia ambientale) vieta “l’abbandono e il deposito incontrollato dei rifiuti sul suolo e nel suolo” e “l’immissione di rifiuti di qualsiasi genere, allo stato solido o liquido, nelle acque superficiali o sotterranee”. Chi non rispetta la norma è punito ai sensi dell’articolo 255 “con una sanzione amministrativa da 300 a 3.000 euro.


lunedì 17 aprile 2017

Open Source, l'unica strada verso la libertà

Dipendere da un SOFTWARE CHIUSO  è un solo un rischio.


I pirati informatici trovano più facile entrare in un sistema dove il codice è chiuso a chiave, perché solo il PROPRIETARIO può guardarci dentro, e nascondere un VIRUS, mentre nei sistemi aperti, (OPEN SOURCE) che hanno sempre una struttura aperta e più snella, TUTTI possono trovare più in fretta una soluzione.

Tutti dovremmo conoscere le chiavi d’accesso dei nostri computer e per questo che dovremmo preferire esclusivamente SOFTWARE LIBERO.

sabato 15 aprile 2017

Gazzetta dell'Adda del 15 aprile 2017 - Pagina Capriate San Gervasio

CENTRO SPORTIVO
Assegnati i lavori per il centro sportivo: si giocherà nel 2018. La prima tranche dell’opera riguarderà gli spogliatoi e il rifacimento del campo in sintetico.

La luce in fondo al tunnel, la fine di un incubo.
Sembra ormai essere arrivata a un passo la soluzione dell’annoso problema del campo sportivo di via Grignano che, ormai da anni, versa in uno stato di abbandono e di degrado...


VILLAGGIO
Nel primo week end gestito dall’Associazione Crespi sono state registrati centinaia di visitatori.

 Boom di presenze e lunedì riapre la storica Centrale.
E’ partita con il piede giusto, la nuova gestione del turismo a Crespi.
Domenica, infatti, sono state centinaia le persone che hanno affollato l’info point nelle ex scuole gestito dall’Associazione Crespi d’Adda e molti i biglietti staccati per le visite guidate. Un’affluenza che ha soddisfatto anche il sindaco Valeria Radaelli...


CELEBRAZIONE
La cerimonia è in programma mercoledì. Tutto pronto per il XXV Aprile.

Tutto pronto per la celebrazione del XXV Aprile.
Una ricorrenza sempre molto sentita in città che, come tradizione, vede coinvolte anche le scuole.
La Festa della Liberazione sarà quindi celebrata mercoledì 26 aprile e inizierà con il ritrovo in piazza Vittoria con le classi quinte e le terze medie alle 9.45.
Alle 10 prenderà il via il corteo che sfilerà per via Benaglia, via Ceresoli, via Bizzarri e via Vittorio Veneto per raggiungere il monumento ai caduti della Resistenza in località «Cabina»...


ASSOCIANISMO
Corso di formazione da aprile a giugno. Il Passo cerca nuovi volontari.

Nuovi volontari. Sono quelli che cerca l’organizzazione di volontariato Il Passo che si occupa delle persone con malattie inguaribili ricoverate nell’Hospice Padre Luigi Tezza di Capriate o assistite a domicilio.
Il reclutamento si snoda in tre fasi: un colloquio conoscitivo, una scuola di formazione con sei incontri obbligatori da aprile a giugno e un tirocinio pratico...


Per chi volesse leggere gli articoli interamente può abbonarsi online, http://www.gazzettadelladda.it/,  oppure andare in edicola a comperare il giornale.



Horizon 2020: il Parlamento Europeo incrementa il budget di 200 milioni

Lo scorso 5 aprile il Parlamento Europeo ha dato il suo consenso ad ulteriori 200 milioni di euro per il budget di Horizon 2020, il programma europeo di finanziamento della ricerca e dell’innovazione, con l’adozione di un compromesso sulla revisione intermedia del bilancio dell’UE, raggiunto con gli Stati membri il 7 marzo 2017.


Carlos Moedas, Commissario per la Ricerca, la Scienza e l’Innovazione ha dichiarato: “Questo è un accordo molto prezioso che consentirà alla Commissione di dirigere ulteriori finanziamenti in aree chiave, come la promozione dell’innovazione, il sostegno alla ricerca di eccellenza, la condivisione dei big data e colmare il divario di innovazione tra i paesi europei”.
Una parte dei 200 milioni, pari a 50 milioni, era già stata adottata attraverso il bilancio 2017 già votato. La suddivisione dei fondi aggiuntivi è la seguente:

Fonte: Commissione Europea




martedì 11 aprile 2017

Qcumber, il social network per il monitoraggio ambientale.

Qcumber è un social network di monitoraggio ambientale in grado di unire i dati scientifici e la partecipazione dal basso, la piattaforma è aperta anche a tutti i Comuni e gli enti pubblici, che nel 2012 è stato riconosciuto come uno dei 100 migliori progetti al mondo, in occasione delle Olimpiadi delle Startup di Londra.


La piattaforma permette ai cittadini di segnalare criticità ambientali e sorgenti di inquinamento, risorse naturali da proteggere e casi di molestie olfattive.

Una piattaforma online, dove cittadini e pubblica amministrazione possono lavorare insieme per risolvere insieme piccoli (e grandi) problemi ambientali. Già adottata da 100 enti italiani, l’applicazione ha ottenuto importanti riconoscimenti internazionali.

Informazioni che poi vengono incrociate con i dati frutto di ricerche nazionali e internazionali e con i post di altri utenti. In questo modo, si ha una mappa interattiva e aggiornata, basata su un confronto costante con le informazioni scientifiche. Qcumber offre infatti anche la possibilità di analizzare il territorio entro un raggio di 3 chilometri intorno al luogo in cui vive un utente o intorno ad un punto di interesse.

Link al sito: Qcumber

Quello che puoi fare: Scarica PDF

Applicazione per Android: Q-cumber Android

Applicazione per iOS: Q-Cumber iOS

sabato 8 aprile 2017

Gazzetta dell'Adda del 8 aprile 2017 - Pagina Capriate San Gervasio

FESTA
Festa della Liberazione corteo con le scuole.


In corteo da piazza Vittoria al monumento in località Cabina. Sarà questo, mercoledì 26 aprile, l’inizio delle celebrazioni per la Festa della Liberazione. Dopo il ritrovo alle 9.45 con le quinte elementari e le terze medie...



TURISMO
La promozione e valorizzazione del sito dell’Unesco è nelle mani dell’Ente.
Nuovo slancio per Crespi.
A causa del personale ridotto però, la gestione è andata a un’associazione.

Un nuovo slancio per la valorizzazione, a livello istituzionale, del sito di Crespi d’Adda.
E’ stata approvato venerdì in Consiglio comunale lo schema di convenzione per la gestione del servizio d’informazione e di accoglienza turistica all’Infopoint affidato all’Associazione Crespi d’Adda...



RIFUGIATI

Il Comune passa la struttura da edificio privato a «colonia».
Tassa rifiuti più cara per i rifugiati.

La struttura di via Ceresoli che ospita i richiedenti asilo si trasforma da edificio privato a «colonia».
Questa la novità introdotta nell’imposta Iuc (Imposta unica comunale, ndr), grazie alla quale l’immobile porterà un introito per la Tari, la tassa rifiuti, di 3mila 700 euro. «Si tratta di una modifica riguardante l’accoglienza dei richiedenti asilo internazionale - ha spiegato il vicesindaco Carlo Arnoldi...



POLITICA
«Chiediamo il rimborso dei tagli» «Vivi nel mondo delle favole».


Una riduzione di oltre 169mila euro «illegittima», per cui il Comune dovrebbe richiedere un rimborso.
Questo il contenuto della mozione presentata dalla Lista Civica «Impegno in Comune - Lega Nord» rappresentata dai consiglieri Cristiano Esposito e Donatella Pirola, ma respinta dalla maggioranza riunita venerdì in assise...



IL CASO
Secondo Donatella Pirola di «Impegno» si poteva fare di più. Il sindaco: «Stiamo cercando progetti alternativi».
Stop alla collaborazione con «Risorse», critiche le forze di minoranza.

«E’ una questione di rispetto per le persone e si poteva fare di più».
Questo il commento della consigliera di minoranza Donatella Pirola venerdì nel corso del Consiglio comunale...



POLITICA
L’ex borgomastro Dorici: «Una sconfitta delle energie positive del territorio».

«Una sconfitta». E’ così che l’ex sindaco Mauro Dorici, ora nei banchi dell’opposizione, ha bollato lo stop alla collaborazione tra l’Associazione Risorse e l’Amministrazione comunale. «La fine della collaborazione tra l’Amministrazione comunale e l’Associazione Risorse per la gestione della piattaforma ecologica rappresenta la sconfitta delle energie positive che nascono e si sviluppano sul territorio...


Per chi volesse leggere gli articoli interamente può abbonarsi online, http://www.gazzettadelladda.it/,  oppure andare in edicola a comperare il giornale.



mercoledì 5 aprile 2017

Green economy su scala urbana, una road map mostra la via

Architetti e esponenti dell’economia aderiscono al Manifesto della green economy per la città futura, documento programmatico per una rivoluzione urbana in chiave “verde”.


Urbanistica, architettura ed economia verde si tendono la mano per ridisegnare il ruolo delle città di domani. Da questo incontro nasce il Manifesto della green economy per la città futura, documento programmatico creato all’interno dei gruppi di lavoro degli Stati generali della green economy. Oltre 60 esperti, tra cui docenti di oltre 20 Università italiane, imprese del settore edile, enti di ricerca, associazioni di imprese, associazioni ambientaliste hanno elaborato una road map in sette punti per una rivoluzione urbana che integri qualità ecologica, sociale ed economica. Questi sono:


1. Puntare sulla green economy per affrontare le sfide delle città.

2. Affrontare la sfida climatica con misure di adattamento e di mitigazione centrate sulla riqualificazione bioclimatica ed energetica.


3. Fare della tutela del capitale naturale e della qualità ecologica dei sistemi urbani la chiave del rilancio di architettura e urbanistica.


4. Tutelare e incrementare il capitale culturale, la qualità e la bellezza delle città.


5. Promuovere la rigenerazione urbana e la riqualificazione del patrimonio esistente.


6. Qualificare gli edifici pubblici con progetti innovativi e con la diffusione dell’approccio del ciclo di vita.


7. Progettare un futuro desiderabile per le città.



Al manifesto hanno già aderito architetti di fama internazionale dai 5 continenti con le rispettive organizzazioni tra cui Richard Meier, Richard Rogers, Thomas Herzog, Ken Yeang, Albert Dubler in qualità di Presidente dell’International Union of Architects, Georgi Stoilov in qualità di Presidente dell’International Academy of Architecture, l’intera Fondazione di Architettura Australiana, e autorevoli architetti italiani tra cui Paolo Desideri, Luca Zevi, Francesca Sartogo.


“Il Manifesto – ha dichiarato Edo Ronchi, Presidente della Fondazione per lo sviluppo sostenibile – vuole aprire un’interlocuzione con l’architettura e con l’urbanistica, come chiave per il rilancio del protagonismo delle città italiane. Tale interlocuzione, infatti, non solo arricchisce la cultura, la vision, le scelte e l’impostazione della progettazione architettonica e della pianificazione urbanistica, ma può diventare anche un traino formidabile per lo sviluppo di una green economy nelle città”.


da: www.rinnovabili.it



martedì 4 aprile 2017

OPEN SOURCE ✰✰✰✰✰ TOUR - Terza tappa

Brembate

Per la terza tappa del tour sull'open source, vi aspettiamo domenica mattina 9 aprile in piazza Don Todeschini, sarà anche l'occasione per dare informazioni sulle proposte portate all'amministrazione di Brembate per cercare di impedire l'apertura della nuova sala slot, accolta solo in parte, e di altre proposte fatte per combattere il problema dell'abbandono di rifiuti. Offriremo inoltre assistenza per chi fosse interessato ad iscriversi al movimento 5 stelle e ricevere informazioni in merito.


sabato 1 aprile 2017

Gazzetta dell'Adda del 1 aprile 2017 - Pagina Capriate San Gervasio

IL CASO
Dopo lo stop del gruppo all’attività di presidio della stazione ecologica che svolgeva da 15 anni.
«Risorse? Solo un problema tecnico».
Il vicesindaco Carlo Arnoldi: «Abbiamo sempre apprezzato il lavoro svolto dai volontari del sodalizio»

Un lavoro che è stato sempre apprezzato. Una scelta che si è cercato di evitare fino all’ultimo.
Non ha dubbi l’assessore e vicesindaco Carlo Arnoldi, intervenuto sulla questione dell’Associazione Risorse che, dal 20 marzo ha terminato la sua attività di presidio della stazione ecologica...


CRESPI
Giovedì si è tenuta a Bergamo la prima conferenza dei servizi sulla Vas dell’Accordo di programma per l’opificio.
Progetto di riqualificazione della fabbrica: avanti tutta.

Riqualificazione della fabbrica di Crespi: avanti tutta.
Giovedì nella sede della Regione a Bergamo si è, infatti, tenuta la prima conferenza di servizio per l’accordo di programma che riguarda la fabbrica di Crespi.
All’incontro hanno partecipato, oltre ai delegati del Comune di Capriate e del Gruppo Odissea, proprietario della struttura, anche i rappresentanti di Asl, Arpa, Provincia di Bergamo, Sovrintendenza e dei Comuni di Vaprio, Bottanuco e Brembate, mentre i funzionari della Regione erano collegati in videoconferenza...


BENEFICENZA
Grazie allo spettacolo allestito sabato a Dalmine.
Favolosa: 1.500 euro per don Ramon.

E’ salita sul palcoscenico per aiutare don Ramon Mangili e non ha tradito le attese.
Ha fatto centro un’altra volta la compagnia la Favolosa che sabato ha portato il suo ultimo lavoro, il musical La Sirenetta, sul palco del cineteatro San Giuseppe di Dalmine.
Lo spettacolo ha, infatti, registrato il tutto esaurito e la compagnia dell’oratorio ha così raccolto 1.500 euro che sono stati inviati a don Ramon Mangili...


IL RICORDO
Il giorno del funerale a Bottanuco era stato proclamato il lutto cittadino.
Due paesi straziati per la morte di Alessandro.

La morte di Alessandro Lecchi aveva scosso profondamente la comunità di Bottanuco dove il ragazzo abitava e quella di Suisio dove è accaduto l’incidente che gli è costato la vita...


INCIDENTE STRADALE
Pena di un anno e mezzo per la morte dell’amico
. Igor Colleoni era alla guida della Renault Clio uscita di strada un anno fa a Suisio Omicidio stradale: 19enne ha patteggiato diciotto mesi.

E’ uno dei primi casi della bergamasca in cui è stato applicato il reato di omicidio stradale, quello che, martedì, ha visto il patteggiamento di Igor Colleoni, un 19enne capriatese.
Il giovane era stato indagato in seguito a un incidente stradale avvenuto a Suisio il 15 giugno dell’anno scorso...


L'ESPERTO
Parla l’avvocato Musicco presidente dell’Associazione Vittime Incidenti Stradali.
«Dimostrazione che si tratta di una buona legge».

«E’ la prova che si tratta di una buona legge».
Non ha dubbi l’avvocato Domenico Musicco, presidente nazionale dell’Associazione Vittime Incidenti Stradali, sul Lavoro e Malasanità, che si è espresso su uno dei primi casi della bergamasca in cui sia stata applicata la legge sull’omicidio stradale, relativamente all’incidente che, l’anno scorso, è costato la vita al 14enne Alessandro Lecchi.
Una legge, quella sull’omicidio stradale, da più parti ritenuta troppo severa e poco elastica ma che, secondo l’avvocato Musicco, proprio in questo caso ha rivelato tutta la sua validità...




Per chi volesse leggere gli articoli interamente può abbonarsi online, http://www.gazzettadelladda.it/,  oppure andare in edicola a comperare il giornale.