mercoledì 1 febbraio 2017

Inquinamento, tutta la Lombardia soffoca.

Smog alle stelle ovunque con polveri sottili (pm10) anche TRE VOLTE il consentito. Le misure antismog del Protocollo regionale? Le attivano solo una 40ina di Comuni, non è obbligatorio. Guardate il confronto "aria pessima-misure attive"


Il confronto della fotografia è molto significativo. La mappa di sinistra è la situazione complessiva dell'aria che si trova sul sito web di ARPA Lombardia. Vi mostriamo quella del 30 gennaio, ma il 31 e anche oggi, mercoledì 1 febbraio, potrà essere peggio. Il colore viola è quello dell'aria "pessima", ossia la situazione più grave dell'inquinamento, con le polveri sottili (pm10) che superano i 100µg/m3.

La mappa di destra, invece, mostra in quanti Comuni è al momento attivo il Protocollo delle ulteriori misure antismog; quelle proposte dalla Regione, alle quali i Comuni possono liberamente decidere se aderire o meno. E non solo, anche se aderenti sulla carta, il Sindaco deve comunque decidere di renderle attive, con un'ordinanza.

Qual è la situazione reale? Sulla carta aderiscono al Protocollo della Regione circa 100 Comuni, qui la lista completa, ma di fatto le attivano ancora in meno: solo qualche decina. La foto a del confronto è significativo: i Comuni colorati sono quelli che hanno aderito, ma solo quelli gialli hanno davvero attivato le misure.

Insomma, se la situazione è grigia (anche se il colore è il viola) praticamente in tutta la Pianura Padana, i Comuni che davvero attivano gli ulteriori divieti, sono poche decine, e in ordine sparso.

da: www.ecodallecitta.it


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non appaiono subito, devono essere prima approvati da un moderatore. Siate civili e verrete pubblicati, qualunque sia la vostra opinione ed il vostro orientamento politico.

Chiunque è libero di esprimere le proprie opinioni anche senza registrazione scegliendo la modalità "Commenta come: Nome/URL" (il campo URL può essere lasciato vuoto); e sarebbe buona norma firmare il proprio commento esplicitando nome e cognome.

Quando presente per i commenti potete usare il plugin di Facebook
Lasciando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, grazie.