- IL 22 OTTOBRE VOTIAMO SÌ AL REFERENDUM VOLUTO DAL M5S PER LA LOMBARDIA -

giovedì 30 giugno 2016

“Soil Monitor”, uno strumento innovativo per valutare il consumo di suolo su scala nazionale

Uno strumento in grado di monitorare e valutare il consumo di suolo su tutto il territorio italiano.


 



Il consumo di suolo dovuto a cambiamenti del suo uso (per espansione urbana e industriale) è oramai considerata la più importante minaccia globale al suolo e alle funzioni ambientale che esso fornisce (FAO & ITPS, 2015). In Italia, tra il 2008 e il 2013, il fenomeno ha riguardato mediamente 55 ettari al giorno pari a 7 metri quadrati di territorio persi ogni secondo (fonte ISPRA 2015), pari ad una superficie di circa 40000 campi di calcio persa annualmente. L’attualità del tema è stato già al centro di diverse iniziative del vasto programma di incontri organizzati dal Consiglio Nazionale delle Ricerche ad Expo2015, in cui sono stati coinvolti esperti e società civile. Ad oggi, tuttavia, non sembrano esserci significative inversioni di tendenza a scala globale, europea e italiana (ISPRA, 2015). E’ quindi necessario fare di più!
Ora c’è un nuovo strumento a disposizione.
Il centro di Ricerca CRISP (Università di Napoli Federico II e Consiglio Nazionale delle Ricerche, http://www.crisp.unina.it), con i dati dell’ISPRA, il know-how di Geosolutions ed la collaborazione dell’Istituto Nazionale di Urbanistica, ha realizzato, dopo tre anni di lavoro, SOILMONITOR (www.soilmonitor.it), uno strumento innovativo per la valutazione del consumo di suolo a scala nazionale.
Si tratta di un’applicazione web di supporto alle decisioni sui territori. Uno strumento in grado di monitorare e valutare il consumo di suolo su tutto il territorio italiano. SOILMONITOR fornisce, per qualsiasi area e in tempo reale, risposte riguardanti: la valutazione del cambio di uso del suolo tra anni diversi; la dinamica del consumo di suolo e la frammentazione del territorio rurale; una prima quantificazione delle funzioni ambientali perse. SOILMONITOR può fornire una fotografia dei processi di consumo di suolo e del conseguente degrado e vuole dimostrare che un nuovo approccio alla pianificazione ed alla gestione dei nostri territori è possibile. SOILMONITOR è uno strumento aperto a tutti, basta solo una connessione internet.


Cannabis: in aula Camera il 25 luglio la proposta di legge per la legalizzazione

Approderà in aula alla Camera la proposta di legge per la legalizzazione della coltivazione della cannabis. Lo ha deciso la conferenza dei capigruppo della Camera. Il 25 luglio si svolgerà la discussione generale e dal giorno dopo inizierà il voto.



La proposta di legge è sottoscritta da 218 parlamentari. Le firme arrivano un po' da tutti gli schieramenti politici: Pd, M5s, Sel, Misto ma anche Fi e Sc.

Qui il testo completo.

martedì 28 giugno 2016

Concorso fotografico "La mia città"

Il concorso fotografico, voluto dall'Agenzia Europea dell'Ambiente (EEA), quest'anno focalizza la sua attenzione sulle città, che svolgono un ruolo sempre più importante nella nostra vita. 


Dal 15 aprile fino al 15 agosto 2016, l'Agenzia europea dell'ambiente (AEA) invita a partecipare al concorso fotografico "La mia città" e condividere gli scatti catturati nelle città europee, raccontando una storia positiva o negativa attraverso le foto.

Possono partecipare al concorso tutti i cittadini maggiorenni (18 anni o più) residenti nei paesi membri dell'Unione Europea, in Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera e Turchia, oltre a cittadini dei paesi dei Balcani: Albania, Bosnia, Herzegovina, Macedonia, Montenegro, Serbia e Kosovo.

Ogni anno, l'AEA organizza un concorso per entrare in contatto con i cittadini europei sulle diverse questioni ambientali. Quest'anno il concorso si focalizza sulle città, dove vivono circa il 75% degli Europei e divenute gli hub fondamentali per cultura, salute, istruzione nonché il motore dell'economia europea.

Molte città si trovano ad affrontare sfide crescenti per far fronte ai problemi sociali, economici e ambientali. Pressioni quali il sovraffollamento o il declino, la disuguaglianza sociale, l'inquinamento e il traffico sono solo alcuni dei problemi. D'altra parte, la presenza di persone, aziende e servizi offre l'opportunità di costruire un'Europa più efficiente nell'uso delle risorse.

Il concorso “My city” cerca di rispondere alla domanda: “Possono le città garantire un'elevata qualità di vita in un ambiente urbano sano?”. La domanda è declinata in tre categorie:


  • Stile di vita sostenibile in città: in che modo il mio stile di vita impatta sull'ambiente? posso cambiare la mia lista della spesa per aiutare a combattere il cambiamento climatico? doccia o bagno? pannelli solari o giardino pensile?
  • Come muoversi in città: prendo la bicicletta o l'automobile? qual è il modo più veloce e piacevole per andare a lavoro o a scuola? mi piace viaggiare sui mezzi pubblici?
  • Tempo libero in città: una passeggiata nel parco o un'immersione nel lago? al teatro o a fare jogging? qual è il miglior modo per esplorare la città? cosa faccio nel tempo libero?

Scegli una categoria, scatta una foto originale (lato lungo > 2000px), aggiungi un breve testo ed inviala all'Agenzia Europea per l'Ambiente entro il 15 agosto. I vincitori riceveranno un premio in denaro.

Per maggiori informazioni sul concorso fotografico "La mia città"

Per la registrazione ed il caricamento della foto cliccare qui

sabato 25 giugno 2016

Approvazione del bando per la diffusione dei punti di ricarica privata per veicoli elettrici.

In attuazione della delibera n. 4769 del 28/01/2016, il decreto n. 4486 del 20 maggio 2016 ha approvato il bando di contributi per l’acquisto e l’installazione di sistemi di ricarica per autoveicoli elettrici.


In attuazione della delibera n. 4769 del 28/01/2016, il d.d.u.o. n. 4486 del 20 maggio 2016 ha approvato il Bando “Ricarica” per l’assegnazione di contributi per l’acquisto con relativa installazione di sistemi di ricarica in ambito privato per autoveicoli elettrici.

Si tratta di una misura di incentivazione prevista dal Programma Energetico Ambientale Regionale (PEAR) che promuove la diffusione dell’utilizzo degli autoveicoli elettrici privati al fine di diminuire l’inquinamento atmosferico generato dai trasporti, soprattutto in ambito urbano.

La misura è rivolta a tutti i soggetti privati, ovvero cittadini, condomini, ditte individuali e società, residenti o avente sede legale/operativa in Regione Lombardia ed ammette a contributo i costi sostenuti per l’acquisto con relativa installazione di un punto di ricarica in ambito privato per autoveicoli elettrici.

Il contributo è concesso esclusivamente a chi possiede in proprietà, in leasing o in comodato d’uso un autoveicolo elettrico a batteria, anche della tipologia ibrida plug-in, delle categorie M1 o N1, ovvero veicoli a quattro ruote aventi fino a 9 posti a sedere e i veicoli leggeri (con peso fino a 3,5 tonnellate). Sono esclusi dunque tutti gli autoveicoli ibridi non plug-in delle medesime categorie M1 o N1 e i veicoli elettrici di categoria L, ovvero i veicoli a due, tre o quattro ruote con peso inferiore ai 400 kg.

Il richiedente può presentare richiesta per più punti di ricarica, fino ad un massimo di 10 prese, corrispondenti a 10 veicoli.

Le risorse finanziarie complessive sono pari ad Euro 1.000.000,00.


Il contributo massimo è pari a 1.500,00 euro per un punto di ricarica singolo (una sola presa) e pari a 1.000,00 euro per ciascuna presa nel caso di punto di ricarica multiplo (più prese nello stesso sistema di ricarica) fino ad un massimo per richiedente pari a 10.000 euro (corrispondente a 10 prese).


L’entità del contributo è pari alla somma di tre quote A, B e C
:


A - la quota dipendente dalla tipologia del sistema di ricarica, pari al
- 70% del costo d’acquisto e installazione di una wall-box/colonnina in modo 3;
- 80% del costo d’acquisto e installazione di una wall-box/colonnina in modo 3 intelligente (modulabile in potenza);

B – la quota relativa al costo di adeguamento in potenza o per il contatore dedicato, fino al 50% del costo sostenuto, elevata fino all’80% in caso di nuovo contratto;

C – la quota corrispondente agli interventi edilizi, fino a 300 Euro.



I contributi per le imprese sono concessi ai sensi del Regolamento UE n. 1407/2013, relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del Trattato sugli aiuti de minimis.

Il bando, che esplicherà i propri effetti dalla data del 15 giugno 2016 alle ore 12.00 e cesserà alla data del 31 dicembre 2016 (salvo esaurimento anticipato delle risorse), prevede due fasi, l’adesione e la rendicontazione.

Adesione al bando: il richiedente compila la richiesta di accesso al contributo per via telematica direttamente accedendo al sito web di SIAGE all’indirizzo www.agevolazioni.regione.lombardia.it nell’apposita sezione dedicata al bando.

Il sistema genererà la domanda, che dovrà essere firmata digitalmente e ricaricata a sistema con gli allegati richiesti. Il medesimo sistema richiederà poi il pagamento elettronico dell’imposta di bollo. Una volta eseguita la corretta selezione con invio, la richiesta di accesso al contributo verrà protocollata automaticamente dal sistema.

Le domande sono ammesse al contributo secondo l’ordine cronologico di invio al protocollo e previa verifica dei requisiti richiesti dal bando. Al termine dell’istruttoria il provvedimento di assegnazione o di diniego del contributo sarà comunicato al richiedente per posta elettronica.

Rendicontazione ed erogazione del contributo:
il soggetto richiedente, dalla data del provvedimento di assegnazione del contributo, ha sei mesi di tempo per realizzare l’intervento e rendicontarlo sul sistema SIAGE. Sono ammessi solo gli interventi realizzati successivamente alla data del 3 febbraio 2016.

L’accesso alla fase di rendicontazione sarà possibile a partire dalle ore 12.00 di lunedì 3 ottobre 2016.


Una volta ultimato l’intervento, il soggetto richiedente si collega alla domanda presente in SIAGE ed allega i documenti necessari, tra cui la copia delle fatture quietanzate d’acquisto e installazione del punto di ricarica, e la copia della carta di circolazione dell’autoveicolo.

Entro i successivi 30 giorni avrà luogo l’istruttoria dell’istanza da parte degli uffici competenti, che terminerà con un provvedimento che sarà comunicato al soggetto interessato e a Infrastrutture Lombarde SpA che, in caso di esito positivo, provvederà all’erogazione del contributo entro i successivi 30 giorni.

Si invita a prendere attentamente visione del “Bando Ricarica” qui sotto allegato che riporta tutte le informazioni necessarie alla presentazione della domanda.


Solo in caso di ulteriori dubbi o di casistiche particolari è possibile utilizzare la casella di posta elettronica dedicata al seguente indirizzo: bando_ricarica@regione.lombardia.it

Il bando è stato pubblicato anche sul Bollettino Ufficiale di Regione Lombardia - Serie Ordinaria n. 22 del 31-5-2016, scaricabile dalla banca dati del BURL cliccando qui.





ALLEGATI:

Decreto n. 4486 del 20 maggio 2016 (74 KB) PDF

Bando RICARICA (617 KB) PDF

Allegato A (414 KB) PDF
  
Allegato B (393 KB) PDF



Gazzetta dell'Adda del 25 giugno 2016 - Pagina Capriate San Gervasio

Disoccupati e con un quintale di hascisc nel bagagliaio «Siamo disperati, non riusciamo ad arrivare a fine mese» Venerdì Maxi operazione antidroga dei carabinieri in un parcheggio vicino alla Conad. In manette anche un imprenditore edile.

Avevano entrambi urgente bisogno di soldi e quindi hanno deciso di prestarsi a fare da corrieri per la droga, ma sono stati subito beccati dai carabinieri con un carico di oltre un quintale di hascisc.
In manette sono finiti due uomini, un immigrato marocchino di 60 anni e un artigiano edile milanese di 54 anni...


Ecco i centoventi dell’oratorio di San Gervasio Fino al 16 luglio ragazzi e bambini animeranno la struttura parrocchiale per il Cre.

Con la fine della scuola inizia per i piccoli il periodo più divertente dell'anno. Per loro partecipare al Cre è una buona occasione per mettersi in viaggio, conoscere e conoscersi. In 120 da lunedì frequentano l'oratorio «Don Bosco» di San Gervasio, assistiti da 50 giovani animatori...


Al Pala Fest hanno vinto tutti, a cominciare dal divertimento Tre giorni di sport e musica hanno animato il centro sportivo comunale organizzato dai ragazzi dell’Uso Capriate.

Tre giorni di sport, festa e musica.
I ragazzi della scuola calcio dell’Uso Capriate hanno dato vita a una tre giorni intensa che ha visto come centro nevralgico il «Pala Fest». «La manifestazione è nata per...


Nominato il direttore lavori per la Strada privata per Crespi.

In via Privata per Crespi stanno ancora aspettando che arrivino le ruspe per riqualificare l’antica strada che dalla chiesa porta alla vecchia centrale, però negli uffici del Comune qualcosa si è mosso...


Per chi volesse leggere gli articoli interamente può abbonarsi online, http://www.gazzettadelladda.it/,  oppure andare in edicola a comperare il giornale.



venerdì 24 giugno 2016

#5giornia5stelle del 24 Giugno 2016 - #londradurto


5giornia5stelle di questa settimana non poteva che iniziare con la notizia della Brexit e delle dimissioni del premier inglese David Cameron. A Marco Zanni il compito di spiegarci quali ripercussioni porterà questa decisione storica presa dal popolo britannico.

Reddito di cittadinanza, abolizione di equitalia, dimezzamento degli stipendi dei parlamentari, Daspo per imprese e politici corrotti e abolizione dell'Irap per le microimprese. E' questo il pacchetto di leggi che il M5S sfida il PD ad approvare nella settimana che segue le elezioni. A presentarle nel corso di una conferenza stampa sono stati Carlo Sibilia, Alessandro Di Battista, Roberto Fico, Giulia Grillo e Stefano Lucidi.

Una settimana, questa, che ha visto la proclamazione di ben 23 nuovi sindaci del moVimento. I primi cittadini sono stati accolti da Luigi Di Maio per una riunione conoscitiva, dove hanno potuto - come ci spiega la capogruppo M5S alla Camera, Laura Castelli - confrontarsi con colleghi eletti negli anni passati per conoscersi e scambiarsi impressioni ed idee. Primi passi verso un'Italia sempre più a 5 stelle.

Il nostro notiziario settimanale prosegue con l'intervento alla Camera dei Deputati di Francesco Cariello che spiega il NO del M5S alla riforma della contabilità che continua nel solco dell'Austerity e non in quello del benessere dei cittadini.

"Si alle gare, no alle concentrazioni di potere". Questo in sintesi il concetto espresso a Palazzo Madama da Andrea Cioffi circa le concessioni per gli stabilimenti balneari.

Dario Tamburrano a Bruxelles esprime l'ottimismo per una rivoluzione politica, quella insita nel Movimento 5 Stelle, che si sta compiendo più veloce di ogni lecita aspettativa e che produrrà necessariamente, secondo il portavoce cinquestelle in Europa, la transizione verso un nuovo modo di produrre energia. Pulita e rinnovabile.

Ci occupiamo poi di una vittoria politica, piccola ma significativa, nella tutela ed il rispetto degli animali. Si parla di fondi europei sfruttati per allevare tori per corride. Fondi che sono stati bloccati grazie al lavoro dei portavoce cinquestelle a Bruxelles come ci spiegano Marco Zanni ed Eleonora Evi.

Il nostro notiziario settimanale si conclude con le parole di Sergio Puglia che a Palazzo Madama rivendica l'importanza di una battaglia di giustizia, quella per la RCAuto equa, che non può più aspettare.

Piano quindicennale per la ricollocazione, o riconversione, dei siti industriali classificati e Rischio Incidente Rilevante (Rischio Chimico). Rischio incombente su Centri Residenziali e luoghi abitati in generale.

Gli oltre 1100 siti industriali (Legge Seveso 3), rappresentano un rischio grave, su centri abitati.


In Italia ci sono oltre 1100 siti interessati, di cui 1/4 sono in Lombardia ed oltre 60 nei Comuni della Città Metropolitana di Milano.
Dai Piani di Emergenza esistenti, si evince che gran parte di tali siti rappresentano una spada di Damocle su ampie aree residenziali, con rischi gravi, spesso con raggi di pericolosità definiti anche come “Inizio Mortalità” e “Morte certa”, oltre a nubi tossiche ed altro. Ciò deve essere superato, con la ricollocazione o riconversione di tali siti. Per far comprendere l’importanza della Legge proposta, si deve prevedere la quantificazione del numero di abitazioni civili, numero di persone ed altre strutture che attualmente ne sono minacciate; con il totale sul territorio nazionale e con dati particolareggiati Comune per Comune (i Sindaci dovrebbero, per la Legge Seveso 3, avere già questi dati). In contemporanea all’inizio del piano quindicennale, si deve dare rapida attuazione (max 2 anni) per la piena attuazione della Legge Seveso 3, magari integrandola con normative tecniche migliorative al fine della massima riduzione del Rischio potenziale (a tal riguardo, sarà bene seguire l’evolversi della petizione che Greenpeace USA sta portando avanti in questo periodo indirizzata all’EPA). Si prevede l’istituzione di una Commissione Parlamentare che segua gli iter delle procedure, in accordo con le associazioni degli industriali e dei Sindacati dei lavoratori. Trattandosi di un impegno finanziario notevole, occorre definire eventuali sgravi fiscali ed incentivi.

Il Rischio Incidente Rilevante è regolamentato dalla Legge Seveso 3 del 2015 (D.lgs.105/2015) che mantiene lo stesso impianto della Legge precedente ma con alcune variazioni di classificazione, il coinvolgimento di ISPRA e delle ARPA, ed altro.
Purtroppo, molto c’è ancora da fare e con questa proposta di Legge, si devono fissare dei tempi stringenti per la sollecita attuazione. Particolare attenzione deve essere data al corretto e rigoroso adempimento delle Prefetture e dei Comuni, con la dovuta informazione e coinvolgimento dei cittadini interessati, come la Legge Seveso 3 prevede chiaramente.


Negli altri Paesi Europei, è stata recepita la Direttiva Europea 82/501/CEE(da cui, in Italia è derivata la Seveso 3) ma non mi risultano Leggi simili a quella qui proposta.

Roberto Gioffredi

Proposta di legge su Rousseau: https://goo.gl/fuBEw8

mercoledì 22 giugno 2016

Carta di Identità Elettronica al via: come averla

Dopo una lunga fase di sperimentazione, da 4 luglio prenderà il via l'era della Carta di Identità Elettronica; 200 i primi comuni che potranno erogarla.


A partire dal 4 luglio saranno più di 200 i comuni dove i cittadini potranno richiedere la nuova CIE. In Italia, si ricorda, sono più di 8000 i comuni esistenti. Tra le prime realtà si evidenziano Roma, Milano, Napoli, Torino, Bologna, Firenze, Genova, Trento, Bolzano, Trieste, Venezia, Bari e Lecce. L’elenco dei primi comuni è disponibile a questo indirizzo. Dal 4 luglio al 16 settembre è prevista la consegna delle nuova infrastrutture telematiche in questi comuni che permetteranno così l’erogazione delle nuove CIE. Contestualmente inizieranno i corsi di formazione dei dipendenti comunali che serviranno per spiegare loro tutte le procedure da adottare per la gestione delle nuove Carte di Identità Elettroniche.

Le modalità di richiesta del nuovo documento elettronico sono le medesime di quello cartaceo e cioè solamente in caso di primo rilascio, deterioramento, smarrimento o furto del documento di identificazione.

Attraverso il portale www.cartaidentita.interno.gov.it, il cittadino potrà ottenere maggiori informazioni sulle modalità di rilascio del nuovo documento e prenotare l’appuntamento con gli uffici comunali.

Il 3 luglio, a Bergamo, 12.000 persone si stringeranno attorno alle mura!

Bergamo si prepara all'abbraccio più grande del mondo il 3 luglio 2016 con migliaia di persone che si stringeranno lungo la colossale cinta muraria veneziana, 5 chilometri di percorso, che cinge la vecchia Città Alta.

Con questo grande abbraccio il territorio bergamasco da ulteriore slancio alla candidatura delle mura veneziane che, insieme alle altre 12 città murate della Repubblica di Venezia, vogliono diventare patrimonio UNESCO nel 2017.
Al sogno di essere Patrimonio dell'Umanità vogliamo accostare la scommessa di vincere un altro primato per diventare una città da Guiness World Record: la più lunga staffetta di abbracci mai realizzata al mondo, superando il record cinese dello scorso maggio di 960 persone abbracciate e delle 10.554 persone riunite in Canada nel 2010.
Puntiamo in alto; il 3 luglio, a Bergamo, 12.000 persone si stringeranno lungo il monumento più rappresentativo dela città.
"L'abbraccio delle Mura è una grande occasione di visibilità per l'intero territorio. Proprio per questo sarebbe auspicabile che ogni Comune della provincia partecipasse all'evento con una propria rappresentanza di cittadini e con il proprio stemma", scrivono il presidente della Provincia Matteo Rossi e il sindaco di Bergamo Giorgio Gori nella lettera inviata ai Sindaci.
Al Comune e alla Provincia si è sommata l'Unione bergamasca delle sezioni e sottosezioni del Club Alpino Italiano, invitando tutti i soci e appassionati della montagna a partecipare alla "vetta" del record mondiale di questo speciale Abbraccio.







sabato 18 giugno 2016

Gazzetta dell'Adda del 18 giugno 2016 - Pagina Capriate San Gervasio

Caso Crespi in Regione Via al tavolo di confronto ed è subito scontro Urbanistica I tecnici amministrativi hanno incontrato gli uomini di Percassi per discutere di viabilità e parcheggi.

Nonostante l’impegno della Regione la matassa del «caso Crespi» è ben lungi dall’essere dipanata.
Lo sanno bene il personale degli Uffici tecnici di Comune, provincia e Regione che in settimana hanno incontrato gli uomini di Percassi, proprietario dell’area per iniziare un lungo e difficile cammino che dovrebbe portare a siglare un accordo di programma condiviso...


«La convenzione è a Roma per la firma finale» Il presidente del Parco Adda Nord Agostinelli spiega il mancato avvio dei lavori.

«La riqualificazione di via privata per Crespi è tutta nelle mani del Ministero che deve ora soltanto controfirmare il documento di convenzione definitivo».
Parola di Agostino Agostinelli, il presidente del Parco Adda Nord che ha spiegato così il motivo dell’ennesimo ritardo nell’apertura del cantiere che dovrebbe portare alla riqualificazione di via Privata per Crespi...


Due secondi posti per l’Uso al «Polini» Nel torneo di calcio all’oratorio di San Gervasio hanno ben figurato i Pulcini.

Piccoli campioni crescono su un campo di pallone.
Sono i Pulcini dell’Uso Capriate che nel fine settimana hanno ben figurato nella finale del torneo parrocchiale di San Gervasio «Polini». Per fortuna le finali...


Biciclettata vintage per fini benefici Domenica quaranta partecipanti hanno pedalato contro il cancro.
Coi vestiti d’epoca in sella a velocipedi che hanno fatto la storia del ciclismo hanno scampanellato per le strade di Crespi dando vita a un’iniziativa che aveva anche finalità benefiche.
Questo e altro nella seconda edizione della Tweed Ride...


Per chi volesse leggere gli articoli interamente può abbonarsi online, http://www.gazzettadelladda.it/,  oppure andare in edicola a comperare il giornale.


Rousseau è il sistema operativo del MoVimento 5 Stelle.

I suoi obiettivi sono la gestione del M5S nelle sue varie componenti elettive (Parlamenti italiano e europeo, consigli regionali e comunali) e la partecipazione degli iscritti alla vita del M5S attraverso, ad esempio, la scrittura di leggi e il voto per la scelta delle liste elettorali o per dirimere posizioni all'interno del M5S.

Solo gli iscritti al M5S possono accedere a Rousseau. Le funzioni sono disponibili solo dopo l'identificazione che, oltre all' identità, prevede anche il profilo, ad esempio se eletto o meno, e città di residenza .

Funzioni disponibili sono ad oggi:

- Lex nazionale, partecipazione alla scrittura delle leggi nazionali proposte dai parlamentari
- Lex regionale, partecipazione alla scrittura delle leggi regionali proposte dai consiglieri regionali
- Lex Europa, partecipazione alla scrittura delle leggi europee proposte dagli europarlamentari
- Vota , voto per le liste elettorali o per pronunciarsi su un tema specifico
- Fund Raising, raccolta fondi per elezioni o eventi del M5S
- Scudo della Rete, raccolta fondi a tutela legale del M5S o di suoi iscritti ed eletti
- Lex iscritti, proposte di legge formulate dagli iscritti che in seguito vanno presentate dagli eletti nelle diverse sedi

In futuro saranno attivate:

- Activism, (materiali di supporto alle iniziative del M5S, sia digitali (es. la marcia virtuale o Attivista a 5 Stelle), sia volantini esplicativi ( es. per il Reddito di Cittadinanza e per l'Euro), sia video e/o foto
- Sharing, archivio con le diverse proposte (interrogazioni, delibere, leggi, ecc. a livello comunale e regionale con una tassonomia comune
- E-learning lezioni sulle strutture in cui sono inseriti gli eletti e sul loro funzionamento
- Gruppi sul territorio (i.e. meetup), informazioni sui e dai gruppi sul territorio su iniziative in corso
Descrizioni più complete sulle singole funzioni sono presenti all'interno di Rousseau cliccando la stella interessata.

Stelle accese e email di alert

All'ingresso in Rousseau le stelle che si vedranno “accese” saranno in funzione della propria identità/profilo. Ad esempio se ci sono votazioni per le liste elettorali per la Regione Lombardia potrà votare solo chi è iscritto al M5S e risiede in Lombardia e, in quel caso la stella “Vota” sarà accesa, lo stesso profilo potrà accedere alla scrittura delle leggi regionali lombarde e in questo caso sarà accesa la stella 'Lex regionale'. Ad ogni iscritto sarà inviata una mail se una funzione a cui può partecipare è stata attivata.


Clicca qua per accedere: https://rousseau.movimento5stelle.it/



lunedì 13 giugno 2016

UNESCO - Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, le Scienze e la Cultura

L'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura (in inglese United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization, da cui l'acronimo UNESCO) è stata fondata durante la Conferenza dei Ministri Alleati dell'Educazione (CAME) che si è svolta tra il 1° e il 16 novembre 1945. La Costituzione dell'UNESCO è stata firmata il 16 novembre 1945. (Fonte Wikipedia)


Costituzione dell'UNESCO - Introduzione

I  Governi  degli  Stati  membri  della  presente  Convenzione,  in  nome  dei  loro  popoli, dichiarano:
che, poiché le guerre nascono nella mente degli uomini, è nello spirito degli uomini che devono essere poste le difese della pace;
che  la  reciproca  incomprensione  dei  popoli  è  sempre  stata,  nel  corso  della  storia, l’origine dei sospetti e della diffidenza tra le nazioni, per cui i dissensi hanno troppo spesso degenerato nella guerra;
che  il  grande  e  terribile  conflitto  testé  terminato  è  stato  generato  dalla  negazione dell’ideale democratico di dignità, d’eguaglianza e di rispetto della personalità umana e  dalla  volontà  di  sostituirgli,  sfruttando  l’ignoranza  e  i pregiudizi,  il  dogma  delle diversità razziali ed umane;
che  la  dignità  dell’uomo  esige  la  diffusione  della  cultura  e  l’educazione  generale  in un  intento  di  giustizia,  di  libertà  e  di  pace,  per  cui  a  tutte  le  nazioni  incombono sacrosanti doveri da compiere in uno spirito di mutua assistenza;

che una pace basata esclusivamente su accordi economici e politici tra i Governi non raccoglierebbe  il  consenso  unanime,  duraturo  e  sincero  dei  popoli  e  che,  per conseguenza,  detta  pace  deve  essere  fondata  sulla  solidarietà  intellettuale  e  morale dell’umanità.
Per  tali  motivi,  gli  Stati  che  hanno  firmato  la  presente  Convenzione,  risoluti  a garantire  a  tutti  il  completo  ed  identico  diritto  all’educazione,  la  libera  ricerca  della verità  oggettiva  ed  il  libero  scambio  delle  idee  e  delle  cognizioni,  decidono  di sviluppare  e  moltiplicare  le  relazioni  tra  i  loro  popoli,  ai  fini  di  una  miglior comprensione e di una più precisa e più reale conoscenza dei loro rispettivi costumi.
Per  conseguenza,  essi  istituiscono  con  la  presente  l’Organizzazione  delle  Nazioni Unite  per  l’educazione,  le  scienze  e  la  cultura,  allo  scopo  di  poter  conseguire gradatamente,  mediante  la  cooperazione  delle  nazioni  del  mondo  intero  nel  campo dell’educazione,  delle  scienze  e  della  cultura,  gli  scopi  di  pace  internazionale  e  di prosperità  comune  dell’umanità,  scopi  per  i  quali  l’Organizzazione  delle  Nazioni Unite si è costituita e che la sua Carta proclama.



Qui sotto la Costituzione UNESCO completa

sabato 11 giugno 2016

Gazzetta dell'Adda del 11 giugno 2016 - Pagina Capriate San Gervasio

«Il passo», dieci anni di cammino solidale Anniversario Il sodalizio ha raggiunto un importante traguardo festeggiandolo con le scarpe da ginnastica ai piedi Per l’occasione, domenica è stata organizzata la prima edizione della passeggiata non competitiva: dall’oratorio di Sant’Alessandro fino a Vaprio, decine di volontari e utenti hanno passeggiato insieme.
Passo dopo passo», percorrendo la lunga strada della vita si arriva sempre a un traguardo.
Anche una semplice passeggiata può essere l'occasione per far conoscere e apprezzare i traguardi raggiunti, nei suoi dieci anni di attività, dall'organizzazione di volontariato «Il Passo» che opera nell'assistenza dei ricoverati all’Hospice «Padre Luigi Tezza» nell'Rsa...


Dal 2006 sono a fianco di chi soffre e in supporto ai loro famigliari E’ formato da persone comuni e medici, è presente all’hospice «Trezza» e in Oncologia al policlinico di Zingonia.
«Da dieci anni siamo al fianco di persone che continuano a sperare, operano come volontari dell'accompagnamento e aiutano il malato e il famigliare a trovare risposte ai bisogni che diventano «acuti» nel momento dell'entrata in ospedale e in quello della dimissione».
Poche, ma significative parole da parte del presidente Elio Virginio Lecchi...


Tanti auguri don Dario: vent’anni di cammino sacerdotale Per il vicario è stata organizzata una grande festa in parrocchia dove sono state proiettate simpatiche foto e consegnati regali.
Oratorio in festa per don Dario Delprato, con una serata tutta dedicata per i suoi venti anni di sacerdozio.
Gli hanno fatto una gran bella sorpresa i parrocchiani di Capriate, infatti, scoperta la ricorrenza, la settimana scorsa hanno organizzato in fretta e furia un incontro presso i  locali dell'oratorio...


Undici coppie tornano sull’altare per rinnovare la promessa d’amore Don Nazzareno ha officiato la funzione che ha reso omaggio alle famiglie, donando a ogni sposo una rosa per la consorte.
«Ricordate, in una rosa si nasconde sempre una spina!» .
Con questo allusorio commento don Nazzareno Bertoli, parroco della Chiesa di Sant’Alessandro, ha consegnato, al termine della Messa di domenica dedicata agli anniversari di matrimonio, un omaggio alle undici coppie...


«Caso Crespi», la mozione passa al Pirellone In attesa che venga convocato un tavolo fra privato e istituzioni in settimana a Bergamo si sono incontrati i membri dei vari uffici tecnici.
«La riqualificazione del Villaggio operaio di Crespi d’Adda deve ripartire, dopo la battuta d’arresto dovuta alle divergenze fra l’operatore privato e l’Amministrazione comunale».
E’ la ferma volontà espressa dal Consiglio regionale che martedì al Pirellone ha approvato la risoluzione...


Firmato patto per rilanciare il lavoro.
Istituzioni pubbliche, università, aziende e associazioni di categoria unite per rilanciare l’economia nel territorio dell’Isola Bergamasca.
Si è tenuta giovedì pomeriggio presso il teatro di Crespi la firma del protocollo per rilanciare l’occupazione. Il documento, voluto dall’Unione dei Comuni dell’isola Bergamasco è stato ratificato da 17 amministrazioni comunali...


Cascata di fogna finisce in Adda.
Una cascata di acqua di fogna che finiva direttamente in Adda.
E’ stata vista da tanti pescatori o, più semplicemente, da tutti quelli che passavano lungo l’Alzaia nei pressi del ponte dell’Autostrada...


Per chi volesse leggere gli articoli interamente può abbonarsi online, http://www.gazzettadelladda.it/,  oppure andare in edicola a comperare il giornale.




lunedì 6 giugno 2016

ELEZIONI 2016 - Amministrative del 5 giugno della bassa bergamasca dove era presente il Movimento 5 Stelle

I comuni che hanno presentato una lista del Movimento 5 Stelle nella bassa bergamasca sono:

Treviglio con il candidato sindaco Emanuele Calvi

Caravaggio con il candidato sindaco Giovanni Agostino Castelli

Urgnano con il candidato sindaco Luigi Pace

Verdellino con il candidato sindaco Lara Lanzeni



Risultati


sabato 4 giugno 2016

Il voto

Il voto

di Gaber - Luporini

1999 -

Secondo me, se va avanti così, va a finire che a votare non ci va più nessuno.
No, dico, è una cosa grave. Grave per chi? Per la gente, no. Per i Partiti, nemmeno, tanto rimane tutto uguale. Lo Stato è lì, bello solido. E allora perché è grave? Ma se in America, che sono sempre più avanti di noi, non va a votare quasi nessuno. Che democrazia, eh! Stiamo diventando americani anche in questo.
E pensare che nel dopoguerra si picchiavano per andare a votare. Si picchiavano nelle strade, gran passione, nelle piazze, scontri, comizi, bianchi, neri, repubblicani, monarchici, destra, sinistra, tutti alle urne, anche le donne finalmente. Il suffragio universale.
Adesso, quella domenica lì, quelli di sinistra vanno a Riccione, quelli di destra vanno in Sardegna... il naufragio universale.
Ma perché fate le elezioni d'estate, che vince sempre il mare.
Il fatto è che la gente non pensa, o forse non sa, che appena gli arriva il certificato elettorale… DLIN!... scatta il suo contributo di lire quattromila che verrà diviso proporzionalmente tra i Partiti. Ma se uno non va a votare, le quattromila lire le paga lo stesso? Certo. Ma come sarebbe a dire? Uno entra in un supermercato, non compra la mostarda perché gli fa schifo, mica gliela fanno pagare. E se gli fanno schifo i partiti? DLIN! Quattromila.
Certo che se le quattromila lire invece di farcele pagare ce le dessero, avrebbero risolto il problema dell'affluenza alle urne.
D'altronde il voto è un diritto-dovere. Anche questa è bella. Che sia un diritto lo abbiamo capito tutti. Che sia un dovere, ultimamente non l'ha capito nessuno.
Che mestiere strano quello del politico. È l'unico mestiere in cui uno dice: «Io sono il più bravo». E se lo dice da sé. E te lo scrive, e te lo grida, nelle piazze, nei comizi. «Io sono l'uomo giusto al posto giusto». Complimenti. Quello che mi piace dei politici è la faccia come il culo.
Eccoli qua. Verifichiamo gli schieramenti. Ci mettiamo davanti a un tavolo con tutti gli omini e…
D'Alema di qua, Berlusconi di qua, belli lontani… per ora.
Veltroni vicino a D'Alema, Fini vicino a Berlusconi. Quando si dice "vicino", si fa per dire. Bertinotti a sinistra, più a sinistra, ancora più a sinistra…. Oddio mi è sceso dal tavolo. E adesso come faccio? Prodi… lo mando in Europa. Casini vicino a Berlusconi, più indietro, indietro un casino. Di Pietro da questa parte, anche se andrebbe dall'altra, ma non importa. Maledizione! Cossutta mi sta risalendo sul tavolo. Dini, Dini lo bacio… che diventa un gran figo. Segni… Segni lo butto via. Bossi lo metto su un tavolo a parte, che gioca da solo. La Bonino… la Bonino per ora la tengo qui, in sospeso, poi casomai si fa un referendum. Buttiglione… lo metto di qua e lui salta di là, poi salta di qua, e poi salta di là. Sta' fermo, Rocco! Che mi rovini il giochino! Macché, saltano tutti, Buttiglione, la Pivetti, Scognamiglio, Masi, anche Mastella è sempre lì che si prepara. Ma sì, ma sì, ma sì, saltate pure. Tanto si sa benissimo che invertendo l'ordine dei fattori il prodotto purtroppo non cambia.
E allora come si fa a tacciare di sterile menefreghismo uno che non vota? Potrebbe essere un rifiuto forte e cosciente di "questa" politica.
No, perché non è mica facile non andare a votare. Soprattutto non è bello farlo così, a cuor leggero, o addirittura farsene un vanto. C'è dentro il disagio di non appartenere più a niente, di essere diventati totalmente impotenti. C'è dentro il dolore di essere diventati così poveri di ideali, senza più uno slancio, un sogno, una proposta, una fede.
È come una specie di resa.
Ma al di là di chi vota e di chi non vota, al di là dell'intervento, al di là del fare o non fare politica, l'importante sarebbe continuare a "essere" politici. Perché in ogni parola, in ogni gesto, in qualsiasi azione normale, in qualsiasi momento della nostra vita, ognuno di noi ha la possibilità di esprimere il suo pensiero di uomo e soprattutto di uomo che vuol vivere con gli uomini.
E questo non è un diritto. È un dovere.




Gazzetta dell'Adda del 4 giugno 2016 - Pagina Capriate San Gervasio

Il Municipio onora gli «olimpionici» I bimbi delle Olimpiadi dell’isola in Aula.
L’Amministrazione ha premiato gli studenti olimpionici.
C'era un gran fermento di magliette arancioni lunedì sera nella corte del palazzo comunale; invitati dal sindaco Valeria Radaelli c’erano i bambini che sabato scorso sono saliti sul podio a Bottanuco come terzi classificati alle 19esime «Olimpiadi Scolastiche dell'Isola»...


Dal Consiglio Lunedì l’Assise si è riunita per approvare il Previsionale L’Amministrazione ha varato «Il Bilancio della speranza» Tutto dipende dal caso Crespi.
E' un campo sul quale bisogna muoversi con i piedi di velluto, temporeggiare nell'attesa della definizione di un importante passaggio che l'Amministrazione dovrà concludere entro brevi termini: il futuro Accordo di programma con il Gruppo Percassi...


«Sul Centro sportivo fatte solo promesse Da anni fermi al palo» Minoranza scatenata.
«Sul Centro sportivo fatte solo promesse Da anni fermi al palo» Minoranza scatenata.
«Ringrazio l'assessore per la sua esposizione, ma vorrei approfondire l'argomento centro sportivo». E' intervenuto così il consigliere Vittorino Verdi, capofila del gruppo di minoranza «Impegno in Comune» nel corso del Consiglio di lunedì sul terzo punto all'Ordine del giorno: «esame e approvazione del Piano opere pubbliche 2016-18 ed elenco annuale 2016». «Sono passati tre anni...


Constatazione «poco amichevole» finisce con un accoltellato.
Violenta lite all’uscita del casello dell’A4 finisce a coltellate.
E’ avvenuto mercoledì scorso e i protagonisti sono due cittadini di origine rom: A.H., 47 anni, residente a Cambiago e S.H. di Madone. I due si sono urtati con le auto...


Prosegue l’iter per il campetto dell’oratorio Approvata l’autorizzazione paesaggistica presentata nei giorni scorsi dalla parrocchia.
Seppur a piccoli passi, l’operazione che porterà alla riqualifica del campetto dell’oratorio sta procedendo.
Lo dimostra l’atto formale, ma necessario ai fini dell’opera, depositato nei giorni scorsi in Comune e...


«Il Passo» festeggia dieci anni con una camminata e un convegno L’associazione di volontariato che presta servizio a malati e parenti è pronta a celebrare un importante anniversario.
Ricorre quest’anno il decennale di fondazione dell’organizzazione di volontariato «Il Passo».
L’ente aiuta persone malate e le loro famiglie, mette a disposizione personale volontario, specificamente preparato, per offrire supporto pratico e psicologico a quanti sono in condizioni di grave difficoltà e sofferenza...


Elisa Mapelli cala il tris agli Italiani Universitari Ha vinto l’oro nei 500 Sprint con la trezzese Martina Comotti, l’argento e il bronzo nel 2 Senza in coppia con Fabiana Romito.
La stella di Elisa Mapelli brilla splendente sui Campionati Italiani Universitari di canottaggio. La brava e forte atleta, sabato e domenica scorsi, è tornata dalle acque di Genova Prà, sede delle gare tricolori, con un bottino di assoluto prestigio...


Domenica di festa in chiesa con gli anniversari di nozze.
Si annuncia una domenica di grande festa per la parrocchia di Sant’Alessandro martire. Domani, domenica, sono infatti in programma gli anniversari di matrimonio e ben sei battesimi...


Per chi volesse leggere gli articoli interamente può abbonarsi online, http://www.gazzettadelladda.it/,  oppure andare in edicola a comperare il giornale.

venerdì 3 giugno 2016

Rinnovabili: crescita e investimenti senza precedenti

Il 2015 è stato l'anno dei record per le energie rinnovabili la cui capacità ha raggiunto la più alta crescita mai registrata: più di 147 gigawatt di nuove istallazioni.
 

In barba al crollo del prezzo del petrolio, lo scorso anno le energie rinnovabili sono cresciute a livelli record , accorciando il gap economico che le separa dalle fonti fossili.
Per chi ancora non credesse nelle opportunità delle fonti alternative, a rimarcare le ottime performance ci pensa il nuovo report di REN21.

Il documento è disponibile sul sito dell’organizzazione. Il 2015 è stato un anno record per impianti alimentati a energie rinnovabili, la cui capacità ha raggiunto la più alta crescita mai registrata: più 147 GW di nuove istallazioni.
Il mix energetico mondiale può contare ora su una capacità cumulata totale di oltre 1,8 TW.

E non sono solo eolico e fotovoltaico a far parlare di sé. Della partita sono anche le rinnovabili termiche, in lento ma progressivo aumento, così come le green energy impiegate nel settore dei trasporti. Altro dato positivo, la generazione distribuita sta avanzando rapidamente, colmando il divario tra chi ha e chi non ha accesso all’energia.
Questi risultati, chiarisce REN21, si devono attribuire a diversi fattori. In primo luogo, le fonti rinnovabili sono ormai competitive con i combustibili fossili in molti mercati. Inoltre, la pressione della questione climatica sta indirizzando un numero sempre maggiore di paesi a inserire la componente verde nelle proprie politiche di crescita. Agli inizi del 2016, 173 paesi risultavano aver stabilito precisi obiettivi di energia rinnovabile e 146 Nazioni, politiche di sostegno. Inoltre un numero crescente di città, comunità e aziende tiene le redini di una rivoluzione dal basso che punta al target “100% rinnovabili”, giocando un ruolo fondamentale nel promuovere la transizione energetica globale.