- IL 22 OTTOBRE VOTIAMO SÌ AL REFERENDUM VOLUTO DAL M5S PER LA LOMBARDIA -

sabato 30 aprile 2016

Gazzetta dell'Adda del 30 aprile 2016 - Pagina Capriate San Gervasio

Leolandia risolleva le casse comunali.
Esulta l'assessore Arnoldi: da giugno riceveremo almeno 300mila euro per tredici anni consecutivi.
È rimasto congelato per 4 anni, ma questa volta, con l'arrivo dell'estate entrerà finalmente in vigore  e porterà nelle casse del comune preziose risorse...


Leolandia: bambino cade da una giostra e si ferisce ad un piede.
Mentre era sulle giostre, per cause ancora da accertare, è finito a terra e si è ferito lievemente ad un piede.
È accaduto domenica scorsa ad un bimbo di 4 anni... 


Per chi volesse leggere gli articoli interamente può abbonarsi online, http://www.gazzettadelladda.it/,  oppure andare in edicola a comperare il giornale.



venerdì 29 aprile 2016

Canone RAI 2016: ok al nuovo decreto

Il Consiglio di Stato approva il nuovo decreto sul Canone della RAI; il Governo ha accolto tutti i rilievi e risolto le falle normative.



Dopo la precedente bocciatura, adesso il Consiglio di Stato ha dato semaforo verde al decreto che disciplina il nuovo Canone della RAI per il 2016 che come noto sarà spalmato all’interno della bolletta elettrica. Dopo i rilievi mossi dal Consiglio di Stato, il Governo è prontamente intervenuto correggendo tutte le criticità segnalate. Il nuovo testo ha, infatti, accolto tutte le proposte evidenziate dal Consiglio di Stato.

In particolare, il Governo ha argomentato meglio cosa si debba intendere per apparecchio televisivo, specificando meglio, dunque, quali fossero i terminali per i quali è d’obbligo pagare la tassa e soprattutto è stato, anche, specificato meglio che smartphone e tablet pc non sono soggetti al pagamento del Canone della RAI. Inoltre, il testo del decreto sottolinea con più precisione, anche, che si pagherà una sola volta il Canone anche nel caso del possesso di più televisori all’interno dello stesso nucleo famigliare.

Saranno arricchiti gli strumenti pubblicitari per informare il cittadino sulle nuove regole del Canone e sulle metodologie di esenzione. Aspetto ancora più importante, il Governo ha integrato anche le regole sulla privacy garantendo che i dati dei cittadini saranno trattati nel rispetto di quanto prevedono le leggi sul trattamento dei dati volute dal Garante della Privacy.
Infine, le aziende elettriche concessionarie delle riscossioni avranno compensazioni economiche garantite dall’Agenzia delle Entrate. In altri termini, non saranno i cittadini a dover pagare i costi di riscossione.

Il canone della RAI in bolletta scatterà a partire dal prossimo mese di luglio 2016.




giovedì 28 aprile 2016

Pensione 2016, la speranza di vita si abbassa

Per la prima volta nel 2015 si abbassa la speranza di vita, ma il sistema previsto dalla Legge Fornero continua ad aumentare l’età pensionabile.
 

Dal 1° gennaio 2016, sia l’età per raggiungere la pensione di vecchiaia, che i contributi per raggiungere la pensione anticipata sono stati innalzati per gli aumenti legati alla speranza di vita.

L’attuale meccanismo che determina gli incrementi alla speranza di vita, previsto dalla Legge Fornero ed attuato periodicamente con decreti ministeriali, ha ben poco a che vedere, però, con la speranza di vita reale.

Solo recentemente, difatti, sono stati diffusi dall’Istat i veri dati inerenti all’aspettativa di vita media, che relativamente all’anno 2015, per la prima volta, si è abbassata.

Per la precisione, c’è stato un calo dello 0,2 per gli uomini, la cui vita media è ora pari ad 80,1 anni e dello 0,3 per le donne, con una speranza di vita media che ammonta ad 84,7 anni.

Nonostante il calo della vita media, comunque, non è previsto alcun correttivo agli adeguamenti automatici alla speranza di vita, che salirà sino al 2050 e oltre!!!

martedì 26 aprile 2016

Fino a 70mila euro di agevolazioni per i giovani che vogliono puntare sull'agricoltura

I giovani che vogliono aprire una azienda agricola possono partecipare a questo bando ISMEA per l'insediamento dei giovani in agricoltura.

Sono previste agevolazioni fino a 70mila euro in conto interessi e c'è tempo fino al 10 giugno per presentare la domanda.

Il contributo in conto Interessi consente all’impresa beneficiaria di sostenere oneri finanziari ridotti rispetto a quelli di mercato. L’entità dell’agevolazione è calcolata attualizzando la differenza tra tasso agevolato e tasso di mercato.


Possono partecipare tutti i giovani che vogliono insediarsi in una azienda agricola come capo azienda e hanno i seguenti requisiti:

a. età compresa tra i 18 anni compiuti e i 40 anni non ancora compiuti;
b. cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione Europea;

c. residenza nel territorio della Repubblica Italiana;
d. possesso di adeguate conoscenze e competenze professionali, attestate da almeno uno dei seguenti requisiti:

- titolo di studio di livello universitario di indirizzo agrario;

- titolo di studio di scuola media superiore in campo agrario;

- esperienza lavorativa, dopo aver assolto l’obbligo scolastico, di almeno due anni in qualità di coadiuvante familiare ovvero di lavoratore agricolo, documentata dall’iscrizione al relativo regime previdenziale;

- attestato di frequenza con profitto ad idonei corsi di formazione professionale.

Qualora la domanda venisse accettata il giovane deve costituirsi come impresa individuale e deve risultare:

a. titolare di partita IVA in campo agricolo;
b. iscritta al registro delle imprese della Camera di Commercio;
c. iscritta al regime previdenziale agricolo;

d. recare la indicazione di “società agricola” nella ragione sociale o nella denominazione sociale;

e. non assoggettata ad alcuna procedura concordataria o concorsuale né avere in corso alcun procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni;
f. avere una maggioranza assoluta, numerica e di quote di partecipazione di soci di età compresa tra i 18 anni compiuti e i 40 anni non compiuti;

g. essere amministrata da soggetti di età compresa tra i 18 anni compiuti e i 40 anni non compiuti.

La domanda di partecipazione va presentata in forma telematica sul portale dedicato ; c'è tempo fino alle 12.00 del 10 giugno 2016.

La soglia minima per le operazioni fondiarie è 250mila euro, la massima 2milioni. In casi particolari l'operazione può anche superare i 2milioni di euro.

BANDO ISMEA

sabato 23 aprile 2016

Gazzetta dell'Adda del 23 aprile 2016 - Pagina Capriate San Gervasio

Mediazione della Provincia per salvare il progetto di rilancio Il presidente Matteo Rossi sta cercando di riunire attorno a un tavolo l’Amministrazione e il Gruppo Percassi
La Provincia prova a fare da mediatore nell’affaire Crespi, ma la questione tra il Comune e il Gruppo Percassi al momento è ancora in fase di stallo.
L’oggetto del contendere è la riqualificazione di Crespi...


Ecco i soldi per la strada che scende al fiume Autostrade per l’Italia li aveva girati al Parco Adda Nord per le compensazioni ambientali
Dopo sei anni di lunga attesa burocratica il Parco Adda Nord è pronto a finanziare la riqualificazione del manto stradale di Via privata Crespi.
Un’opera che l’Amministrazione attendeva dal 2006, ovvero da quando Il gruppo autostrade per l’Italia aveva annunciato che avrebbe destinato circa 3 milioni di euro in compensazioni ambientali all’Ente parco, causati dall’ampliamento dell’A4...


«Addio mister, eri un duro dolce» Ricordo Un lungo corteo di atleti sabato a Capriate ha accompagnato il feretro di Fiorenzo Galbiati, mancato mercoledì scorso a 62 anni La sua ultima squadra, i ragazzi dell’Atletico Grignano, ha posto una corona di fiori arancioblu e dedicato uno scritto al termine della funzione, officiata nella parrocchiale della «sua» Crespi
Una fila interminabile di persone, per larga parte giovani, ma anche uomini che lui ha visto crescere sono sfilati in silenzio dietro al feretro, adornato da una corona di fiori arancioni e blu, ovvero quelli dell’Atletico Grignano.
Sono le suggestioni del corteo funebre che, sabato mattina, ha accompagnato mister Fiorenzo Galbiati...


Per chi volesse leggere gli articoli interamente può abbonarsi online, http://www.gazzettadelladda.it/,  oppure andare in edicola a comperare il giornale.

 



✰✰✰✰✰L'ONESTÀ TORNERÀ DI MODA✰✰✰✰✰

Eravamo stanchi è vero
abbiamo gridato che eravate tutti uguali
volevamo dirvelo in faccia che vi odiavamo
ma poi è arrivato il MoVimento 5 Stelle
e tutto è cambiato e abbiamo ricominciato a crederci

 ✰✰✰✰✰L'ONESTÀ TORNERÀ DI MODA✰✰✰✰✰


Se vuoi essere creduto sii onesto.
Se vuoi essere onesto sii sincero.
Se vuoi essere sincero sii te stesso.

 
 

venerdì 22 aprile 2016

È nato il programma Energia del M5S

Quasi due anni di lavoro, un tavolo tecnico permanente con esperti del settore, un confronto con i territorio e l'analisi costante dei macrodati economici: così è nato il PROGRAMMA ENERGIA del M5S.
Il Programma è una tappa di un percorso aperto all'ascolto e al contributo degli altri, in primis i nostri portavoce e attivisti e stakeholders, e gli operatori di settore.



È la risposta più concreta alle promesse di un governo assente sulle politiche energetiche, che risponde solo agli interessi delle lobbies che di volta in volta riescono a essere più potenti ed efficaci.

Il PEM5S prevede obiettivi di efficienza energetica con un risparmio sui consumi finali di energia sul livello 2014 e la completa uscita dalle fonti fossili entro il 2050.

Il PEM5S dovrà avere effetto sul sistema energetico (SE) a partire dal 2021. Per l'evoluzione del SE nel periodo 2015-2020 il M5S ha elaborato uno scenario tendenziale. Il PEM5S non è fondato su previsioni della popolazione e del prodotto nazionale poiché il raggiungimento degli obiettivi è ritenuto necessario indipendentemente dai livelli che le due variabili assumeranno nel corso del tempo.

Qui potete leggere la sintesi del programma:

Affaire Crespi, accordo in Provincia tra Comune e gruppo Percassi

Verso un compromesso sul metodo di calcolo degli oneri da versare. Il costruttore realizzerà comunque la rotonda, il parcheggio e la nuova viabilità. La proposta dovrà passare dall'approvazione della giunta comunale di Capriate San Gervasio.
Fonte completa: http://goo.gl/CE2U87

sabato 16 aprile 2016

Gazzetta dell'Adda del 16 aprile 2016 - Pagina Capriate San Gervasio

«Sono stato licenziato ingiustamente»: quindi ha rapinato il casello Franco Gallo si è reso protagonista del colpo in A4 dello scorso giovedì. L’uomo ha vissuto una situazione simile a quella del prof Stefano Rho
«Sono stato licenziato ingiustamente». Questo quanto avrebbe dichiarato Franco Gallo, il 50enne di Bergamo arrestato giovedì sera dopo aver messo a segno una rapina al casello di Capriate sulla A4.

L’uomo è stato intercettato dai carabinieri mentre rientrava a casa, ignaro di essere pedinato. Una volta che ha posteggiato l’auto è scattata la trappola e i militari della Compagnia di Cassano d’Adda...

La parrocchia di San Gervasio ha perso la sua «colonna» Lutto La frazione colpita dall’improvvisa morte di Aldo Costa, colto da un malore che l’ha stroncato martedì pomeriggio a 66 anni Una vita dedicata agli altri, con il lavoro da ragioniere, ma anche come catechista e attore teatrale. Gli ultimi anni, invece, li aveva spesi per i piccoli dell'asilo nido e della scuola dell'infanzia «don Benigno Carrara», ricoprendo il ruolo di presidente
Sono stati solo tre anni, ma sono bastati per lasciare un ricordo indelebile nel cuore di grandi e piccoli della frazione di San Gervasio. Proprio ai bimbi e alla fondazione scuola dell'infanzia «don Benigno Carrara» e all'asilo nido «Ciribà»...

Addio mister, allenavi giocatori e li trasformavi in uomini Le società di calcio di Grignano e Capriate unite nel dolore per l’inaspettata scomparsa di Fiorenzo Galbiati
Il mondo dello sport di Grignano e Capriate in lutto per la scomparsa improvvisa di mister Fiorenzo Galbiati.

Classe 1953, è mancato mercoledì, nel cuore della notte per un malore inaspettato e improvviso, a soli 62 anni...

Contromisure a Crespi per evitare l’invasione di rifiuti
«Intensificheremo lo spazzamento delle strade di Crespi per far fronte all’ondata di turisti che arriverà con la bella stagione, ma non solo».

Lo ha promesso il vicesindaco Carlo Arnoldi... 


Per chi volesse leggere gli articoli interamente può abbonarsi online, http://www.gazzettadelladda.it/,  oppure andare in edicola a comperare il giornale.




venerdì 15 aprile 2016

L’aria bergamasca è sempre più inquinata

Tra Bergamo e provincia le centraline Arpa che misurano la quantità di inquinanti che respiriamo sono in tutto 16, per un’area che misura circa 2.723 km². Poche se si pensa all’estensione della provincia bergamasca. Per questo è nato U.S.M.A. (Unità di Sensori per il Monitoraggio Ambientale): un progetto per la creazione collaborativa di unità di sensori portatili per misurare l’inquinamento in modo collettivo.


Tutti potranno costruire, montare e avviare il proprio sensore da casa. Sarà sufficiente comprare i pezzi e assemblarli. Il cuore del kit è “arduino” un cip che raccoglie i dati, li elabora e li trasmette a un server: così verrà creata una mappatura del territorio in cui sono state fatte le misurazioni. Infine, un’app per smarphone consente di visualizzare i valori misurati e di attivare la stessa misurazione.
Hardware e software in open source, il prototipo è costato agli ideatori meno di sessanta euro: “L’idea è quella di trovare la soluzione più economica possibile e che si possa diffondere con più facilità, in modo da arrivare a misurare la qualità dell’ambiente in maniera collettiva”. 



giovedì 14 aprile 2016

Rousseau: il sistema operativo del MoVimento 5 Stelle

Rousseau è il sistema operativo del MoVimento 5 Stelle.
I suoi obiettivi sono la gestione del M5S nelle sue varie componenti elettive (Parlamenti italiani e europei, consiglieri regionali e comunali) e la partecipazione degli iscritti alla vita del M5S attraverso, ad esempio, la scrittura di leggi e il voto per la scelta delle liste elettorali e per dirimere posizioni all’interno del M5S.

https://rousseau.movimento5stelle.it/


Solo gli iscritti al M5S possono accedere a Rousseau.
Le funzioni sono disponibili dopo l’identificazione che, oltre all’identità, prevede anche il profilo, ad esempio se eletto o meno e città di residenza .
Funzioni disponibili nella prima release:
- Lex nazionale, partecipazione alla scrittura delle leggi nazionali proposte dai parlamentari
- Lex regionale, partecipazione alla scrittura delle leggi regionali proposte dai consiglieri regionali
- Lex Europa, partecipazione alla scrittura delle leggi regionali proposte dagli europarlamentari
- Vota, voto per le liste elettorali o per pronunciarsi su un tema specifico
- Fund Raising, raccolta fondi per elezioni o eventi del M5S
- Scudo della Rete, raccolta fondi a tutela legale del M5S o di suoi iscritti ed eletti

In futuro saranno attivate:
- Attivismo, (materiali di supporto alle iniziative del M5S, sia digitali (es. la marcia virtuale o Attivista a 5 Stelle), sia volantini esplicativi ( es. per il Reddito di Cittadinanza e per l’Euro), sia video e/o foto
- Sharing, archivio con le diverse proposte (interrogazioni, delibere, leggi, ecc. a livello comunale e regionale con una tassonomia comune
- E-learning, lezioni sulle strutture in cui sono inseriti gli eletti e sul loro funzionamento
- Lex iscritti, proposte di legge formulate dagli iscritti che in seguito vanno presentate dagli eletti nelle diverse sedi
- Gruppi di lavoro (meet up), informazioni sui e dai gruppi sul territorio su iniziative in corso

Stelle accese
All’ingresso in Rousseau le stelle che si vedranno “accese” saranno in funzione della propria identità/profilo. Ad esempio se ci sono votazioni per le liste elettorali per la Regione Lombardia potrà votare solo chi è iscritto al M5S e risiede in Lombardia e, in quel caso la stella “Vota” sarà accesa, lo stesso profilo potrà accedere alla scrittura delle leggi regionali lombarde e in questo caso sarà accesa anche la stella “Lex regionale”.

Responsabili delle funzioni
Voto: staff
Lex Nazionale, Camera: Manlio Di Stefano
Lex Nazionale, Senato: Nunzia Catalfo
Lex Regionale: Davide Bono
Lex Europa: David Borrelli
Scudo della Rete: Alfonso Bonafede
Attivismo: Paola Taverna
Fund Raising: staff
Sharing: Max Bugani e Marco Piazza
E-learning: Nicola Morra
Lex iscritti: Danilo Toninelli
Gruppi di lavoro (meet up): Roberto Fico e Alessandro Di Battista

https://rousseau.movimento5stelle.it/

martedì 12 aprile 2016

#CiaoGianroberto

Il gruppo Amici di Beppe Grillo Capriate San Gervasio esprime le più sentite condoglianze alla famiglia Casaleggio. In questo momento, il vostro dolore è anche il nostro. Vi siamo vicini in questo triste giorno.



sabato 9 aprile 2016

Gazzetta dell'Adda del 9 aprile 2016 - Pagina Capriate San Gervasio

San Gervasio ha salutato il suo maestro Figura indimenticabile per tanti alunni Addio La frazione ha pianto la scomparsa del 78enne Antonio Corrente
Da Napoli a Losanna arrivando poi sulle rive dell'Adda, lasciando in oltre cinquant'anni di presenza, indimenticabili ricordi in decine di bambini cresciuti sotto i suoi insegnamenti. Un lungo cammino, quello intrapreso da Antonio Corrente, indimenticato maestro della scuola elementare della frazione capriatese, scomparso sabato scorso, nella notte che portava alla Pasqua. E' mancato a 78 anni, dopo aver lottato a lungo contro un male terribile che purtroppo non gli ha dato scampo...

La Provinciale sarà presto sistemata Città Metropolitana ha annunciato che a breve partiranno i lavori
 «Città metropolitana ha promesso con l'arrivo della bella stagione un intervento significativo per sistemare la strada provinciale che porta a Bottanuco».
Lo ha precisato l'assessore alle Opere pubbliche Carlo Arnoldi, in forza della missiva scritta dal consigliere delegato di Città metropolitana, Pasquale Gandolfi...

Commosso ricordo per il presidente di Hidrogest Le Amministrazioni di Capriate e Brembate al funerale di Gianmaria Mazzola
Le amministrazioni di Capriate e Brembate hanno pianto la scomparsa Gianmaria Mazzola, attuale presidente di Hidrogest, l'azienda consortile che gestisce il servizio idrico integrato, mancato tra venerdì e sabato notte a soli 58 anni per un male improvviso. Ai suoi funerali che si sono celebrati lunedì a Mapello (Bg)...

Doppio appuntamento per omaggiare la Liberazione
Due giorni di manifestazioni per il XXV Aprile. Si comincia lunedì alle 15.30 con la lettura «Storie della Resistenza», presso la casa di riposo Cerruti, a cura di Pandemonium teatro. Martedì 26 aprile, invece...

Riverniciate gratuitamente le ante dell’asilo «Carrara» Merito di un’efficace sinergia messa in atto dagli operai della locale ditta Eurovim di via dell’Artigianato 26
Ci sono momenti in cui le logiche del profitto, necessarie per far sopravvivere un’azienda vengono meno. Ed è proprio il caso dell’azienda Eurovim, che ha deciso di fare un gesto benefico aiutando i bimbi dell’infanzia «Don Benigno Carrara» di San Gervasio...

Rapina con una pistola al casello dell’autostrada Il 50enne bergamasco è fuggito a folle velocità, ma è stato inseguito e arrestato dai carabinieri
Armato di pistola ha svaligiato il casello dell’autostrada, poi ha scatenato un inseguimento, fino a quando non è finito in manette.
Un rapinatore bergamasco, di 50 anni, è entrato in azione giovedì. Ha raggiunto come se nulla fosse il casello all’altezza di Capriate dell’autostrada A4 e..


Per chi volesse leggere gli articoli interamente può abbonarsi online, http://www.gazzettadelladda.it/,  oppure andare in edicola a comperare il giornale.

venerdì 8 aprile 2016

Perché la scuola deve usare esclusivamente software libero

Le istituzioni didattiche in genere, dalla scuola materna all'università, hanno il dovere morale di insegnare solo il software libero.



Tutti gli utenti informatici devono insistere con il software libero: esso offre agli utenti la libertà di poter controllare il proprio computer; con il software proprietario il programma fa quanto stabilito dal suo proprietario o sviluppatore, non quel che vuole l'utente. Il software libero offre inoltre agli utenti la libertà di poter collaborare tra loro. Queste caratteristiche si applicano alla scuola come a qualsiasi altro soggetto. Lo scopo di questo articolo è di evidenziare le caratteristiche che si applicano in modo specifico al settore dell'istruzione.

Il software libero consente alle scuole di risparmiare, anche se questo è un beneficio secondario: il risparmio è dovuto al fatto che il software libero offre agli istituti scolastici, come ad ogni altro utente, la libertà di copiare e ridistribuire il software; di conseguenza il sistema didattico può farne copie per tutte le scuole, e ogni scuola può installare il programma in tutti i suoi computer, senza obbligo di pagare per farlo.

Questo beneficio è importante, ma assolutamente non prioritario, perché le questioni etiche sono molto più importanti. Convertire le scuole al software libero è più che un semplice "miglioramento" della didattica: è la differenza tra una didattica buona e una didattica sbagliata. Quindi occupiamoci delle questioni più profonde.

La scuola ha una missione sociale: insegnare a chi studia a diventare cittadino di una società forte, capace, indipendente, collaborativa e libera. Dovrebbe promuovere l'uso del software libero così come promuove la protezione dell'ambiente, o il diritto di voto. Se la scuola insegna l'uso del software libero, potrà sfornare cittadini pronti a vivere in una società digitale libera. Ciò aiuterà la società nel suo insieme ad evitare di essere dominata dalle multinazionali.

Al contrario, insegnare un programma non libero crea dipendenza, e questo va contro la missione sociale delle scuole: le scuole non dovrebbero mai farlo.

Perché alcuni produttori di software proprietario offrono copie gratuite(1) alle scuole? Perché vogliono usare le scuole per creare dipendenza nei confronti dei loro prodotti, come i produttori di tabacco che distribuiscono sigarette gratis ai ragazzini(2). Una volta che gli studenti saranno diventati adulti, queste aziende non offriranno più alcuna copia gratuita a loro o ai loro datori di lavoro. Chi sviluppa dipendenza dovrà pagare. e gli aggiornamenti potrebbero essere costosi.

Il software libero consente a chi studia di poter imparare il funzionamento di un programma. Alcuni studenti, che hanno un talento innato per la programmazione, quando diventano adolescenti vogliono imparare tutto quanto c'è da sapere riguardo al computer e al software. Sono animati dalla fervida curiosità di leggere il codice sorgente dei programmi che usano ogni giorno.

Il software proprietario respinge la loro sete di conoscenza; dice loro: "La conoscenza che stai cercando è un segreto: vietato imparare!". Il software proprietario è nemico dello spirito didattico, quindi non lo si può tollerare nelle scuole, se non utilizzato al solo scopo di studiarne il funzionamento interno.

Il software libero incoraggia tutti ad imparare. La comunità del software libero rifiuta "il sacerdozio della tecnologia", secondo cui il grande pubblico va tenuto nell'ignoranza sul funzionamento della tecnologia; noi incoraggiamo gli studenti di ogni età e situazione a leggere il codice sorgente e ad imparare tutto quello che vogliono sapere.

La scuole che usano software libero devono permettere ai bravi studenti di programmazione di progredire. Per imparare a scrivere del buon software, gli studenti devono potere leggere e scrivere una grande quantità di programmi reali, di uso concreto. Si impara a scrivere codice buono e chiaro solo leggendo e scrivendo molto codice. Solo il software libero permette questo.

Come si impara a scrivere codice per programmi complessi? Scrivendo tante piccole modifiche per programmi complessi esistenti. Il software libero lo permette, il software proprietario lo vieta. Qualsiasi scuola può dare ai propri studenti la possibilità di diventare esperti di programmazione, purché usi software libero.

La più profonda motivazione in sostegno all'utilizzo del software libero nella scuola è per la formazione morale. Dalla scuola ci si aspetta l'insegnamento di fatti fondamentali e di capacità utili, ma ciò non ne esaurisce il compito. Missione fondamentale della scuola è quella di insegnare a essere cittadini coscienziosi e buoni vicini, e quindi anche ad aiutare gli altri. In campo informatico ciò significa insegnare la condivisione del software. Le scuole, a cominciare dalle elementari, dovrebbero dire agli studenti: “Se porti a scuola del software devi dividerlo con gli altri bambini. Devi mostrare il codice sorgente ai compagni, se qualcuno vuole imparare. Quindi è vietato portare a scuola software proprietario se non per studiare come funziona ai fini di poterlo riprodurre”.

Naturalmente la scuola deve praticare quanto predica: deve utilizzare in aula solo software libero (tranne file binari usati per studiarne il funzionamento interno) e condividere copie, incluso il codice sorgente, con gli studenti in modo che questi possano copiare, portare a casa e ridistribuire ulteriormente tale software.

Insegnare a chi studia l'uso del software libero, e a far parte della comunità del software libero, è una lezione di educazione civica sul campo. Ciò insegna inoltre il modello del servizio pubblico anziché quello dei potentati. Il software libero dovrebbe essere usato in scuole di ogni ordine e grado.

Chi ha una relazione con una scuola (studente, insegnante, impiegato, dirigente, donatore, genitore) deve fare pressione affinché la scuola passi al software libero. Se le richieste personali non funzionano, occorre dare pubblicità alla cosa nelle varie comunità, per riuscire in questo modo a sensibilizzare più persone e trovare alleati.


Articolo tratto da GNU.org di Richard Stallman



sabato 2 aprile 2016

Gazzetta dell'Adda del 2 aprile 2016 - Pagina Capriate San Gervasio

Il taglio della partecipata frutta un tesoretto Vendendo più di mille azioni della Trasporti Bergamo Sud l’Amministrazione ha incassato oltre 50mila euro
Il piano di razionalizzazione imposto dal Governo alle Amministrazioni locali sta iniziando a dare i suoi frutti, tanto che ora il Comune si ritrova con un tesoretto di circa 50mila euro. E’ quanto emerge dalla relazione conclusiva del processo di razionalizzazione delle società partecipate...

Tutti al mare col Comune quaranta capriatesi a Diano Marina coi Servizi sociali
Bagni di sole e di mare in compagnia dell’Amministrazione comunale. Dal 10 al 23 marzo la Municipalità di Capriate San Gervasio ha organizzato un soggiorno marino in Liguria...

Serve un contributo straordinario per riqualificare gli alloggi comunali E la Giunta Radaelli intende chiederli all’operatore privato che edificherà in edilizia libera nel piano di lottizzazione in via Grignano
A fronte di una mini-Variante al Pgt il Comune conta di incamerare da un operatore privato i 150mila euro necessari per sistemare gli alloggi comunali che si trovano in via Manzoni a Crespi d’Adda. Siamo soltanto alla fase di avvio della procedura burocratica, ma l’Amministrazione è speranzosa...

Il patrimonio Unesco si apre al turismo di massa
Con l’arrivo della bella stagione è iniziata ufficialmente a Crespi d’Adda la stagione turistica. Tutte le domeniche e giorni festivi è attivo un servizio di info-point all’esterno della ex scuola...

L’Albero della vita a Leolandia, ma era un pesce L’icona dell’Expo, che ha ammaliato milioni di turisti, sarebbe sorta sulla storica Minitalia
Il fanta-progetto di smantellare l’ormai storico parco giochi di Minitalia per fare posto all’Albero della vita di Expo si è rivelato una bufala; anzi un vero e proprio pesce di aprile..


Per chi volesse leggere gli articoli interamente può abbonarsi online, http://www.gazzettadelladda.it/,  oppure andare in edicola a comperare il giornale.
 

venerdì 1 aprile 2016

Referendum Trivelle, invito all'astensione è illegale. Presentata interrogazione alla Commissione europea

I portavoce del Movimento 5 Stelle al Parlamento europeo, prima firmataria Laura Ferrara, hanno presentato una interrogazione prioritaria alla Commissione europea nella quale si chiede un intervento per garantire il rispetto dei diritti dei cittadini a essere informati e alla partecipazione democratica, diritti negati dai ripetuti appelli di Renzi e del Partito Democratico all'astensione al referendum contro le trivellazioni previsto per il prossimo 17 aprile.


Invitare i cittadini all'astensione è di fatto una azione di propaganda organizzata volontariamente da autorità pubbliche e partiti politici per coartare il libero convincimento dell'elettore. L'articolo 11 della Carta dei Diritti Fondamentali dell'Unione europea precisa che il diritto alla libertà di espressione include anche la libertà di ricevere informazioni o idee senza che vi possa essere ingerenza da parte delle autorità pubbliche. L'articolo 10 del Trattato sull'Unione europea sancisce il diritto di ogni cittadino di partecipare alla vita democratica dell'Unione ed il diritto/dovere dei partiti politici di contribuire a formare una coscienza politica europea e ad esprimere la volontà dei cittadini dell'Unione.
Nonostante siano scritti nero su bianco, questi diritti sono di carta perché vergognosamente negati in Italia dall'odiosa campagna per l'astensione messa in atto dal Partito Democratico e dalla sua stampa amica.
La Commissione europea adesso ha tre settimane di tempo per rispondere all'interrogazione del Movimento 5 Stelle e ristabilire un po' di democrazia in Europa.

VIDEO. Referendum contro le Trivelle. Piernicola Pedicini spiega perché votare SI!