- IL 22 OTTOBRE VOTIAMO SÌ AL REFERENDUM VOLUTO DAL M5S PER LA LOMBARDIA -

sabato 17 settembre 2016

Gazzetta dell'Adda del 17 settembre 2016 - Pagina Capriate San Gervasio

Taglio del nastro per la Centrale.
E’ il primo luogo «chiuso» di Crespi che torna a vivere dopo vent’anni di stop dell’attività Venerdì, ieri, è stato inaugurato lo storico impianto idroelettrico del Villaggio. L’edificio, che è tornato a produrre energia, sarà aperto al pubblico.

Quello di ieri, venerdì, non è stato un giorno qualunque per Crespi.
Infatti, è tornata a vivere una parte essenziale, quasi il cuore pulsante del Villaggio Operaio voluto dalla famiglia Crespi: la Centrale idroelettrica.
L’impianto, costruito nel 1909 per coprire il fabbisogno della fabbrica, era fermo da vent’anni e a farlo risorgere ci ha pensato Adda Energi che alla fine di un iter durato diversi anni ha potuto far ripartire, già da qualche tempo, le turbine dello storico edificio.
Sì, perché la ristrutturazione della Centrale idroelettrica ha perseguito un duplice obiettivo: quello di produrre energia pulita e quella di restituire, grazie a un accurato restauro conservativo, un gioiello dell’architettura industriale dei primi del ‘900 alla cittadinanza...


«Un bel segnale ma la fabbrica è un’altra partita» Valeria Radaelli spera che i giovani si riavvicino al sito Unesco.
Un’altra tessera che si aggiunge al complesso mosaico di Crespi. E che tessera. E’ soddisfatta il sindaco di Capriate Valeria Radaelli che può toccare con mano uno sviluppo concreto per il Villaggio... la riapertura della centrale al pubblico può essere di buon auspicio anche per una soluzione per la fabbrica. «Quella però è un’altra partita»...


«Bergamo scienza» sbarca all’opificio - aperto al pubblico.
Visite guidate, laboratori didattici.
Saranno questi i contenuti del festival di divulgazione scientifica «Bergamo scienza» che sbarca per la prima volta a Crespi d’Adda.
Dall’1 al 16 ottobre, nell’ambito del festival, l’associazione Crespi d’Adda organizzerà visite guidate e laboratori rivolti sia alle scuole sia alle famiglie...


«Tri pass e una curseta», di corsa lungo l’Adda per aiutare il Malawi Domenica circa 1.400 persone hanno partecipato alla manifestazione podistica organizzata dal gruppo missionario.
Di corsa lungo l’Adda per sostenere i progetti in Malawi. Sono stati circa 1.400 i podisti che domenica si sono lanciati lungo l’Adda per l’11esima edizione di «Tri pass e una curseta» la tradizionale manifestazione organizzata dal gruppo missionario «Si può dare di più», e tesa a sostenere i progetti di suor Mariangela Medolago missionaria in Malawi...


Corso di rianimazione e letture teatrali.
Sarà un week end importante per Crespi d’Adda dove, tra le altre manifestazioni in programma, si terranno anche due appuntamenti da non perdere.
Come il corso di rianimazione cardiopolmonare...


Avis e Aido ancora insieme per l’annuale Festa Sociale.
Avis e Aido, come da tradizione, congiuntamente, sono pronte a dare inizio all'annuale Festa Sociale.
Si comincerà domenica prossima alle 9 nella sede di piazza Della Vittoria, con la premiazione dei soci Avis benemeriti e i saluti delle autorità...


L'amatriciana diventa solidale Oltre 150 i commensali che hanno contribuito alla raccolta fondi per Amatrice mangiando.
«Non abbiamo fatto i numeri da record di Bergamo, ma nel nostro piccolo abbiamo dimostrato di aver voglia di dare». Così il sindaco Valeria Radaelli ha commentato l’iniziativa «Un’amatriciana per Amatrice».
Oltre 150 i coperti preparati martedì sera nel giardino della scuola dell’infanzia di Crespi d’Adda per una serata, molto partecipata e allegra, all’insegna della solidarietà. Tutto il ricavato, pari a 1.520 euro...


Per chi volesse leggere gli articoli interamente può abbonarsi online, http://www.gazzettadelladda.it/,  oppure andare in edicola a comperare il giornale.



Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non appaiono subito, devono essere prima approvati da un moderatore. Siate civili e verrete pubblicati, qualunque sia la vostra opinione ed il vostro orientamento politico.

Chiunque è libero di esprimere le proprie opinioni anche senza registrazione scegliendo la modalità "Commenta come: Nome/URL" (il campo URL può essere lasciato vuoto); e sarebbe buona norma firmare il proprio commento esplicitando nome e cognome.

Quando presente per i commenti potete usare il plugin di Facebook
Lasciando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, grazie.