sabato 9 luglio 2016

Gazzetta dell'Adda del 9 luglio 2016 - Pagina Capriate San Gervasio

L’alpino Silvio Mandelli è «andato avanti» Per oltre trent’anni ha ospitato riunioni e momenti conviviali del gruppo presso il suo storico bar-trattoria Villino in via Roma.
Alla fine, dopo aver vissuto intensamente fino all’ultimo istante la sua vita, come altre Penne nere prima di lui anche per Francesco Mandelli, conosciuto da tutti come Silvio, storica figura del Gruppo alpini San Gervasio, è venuto il momento di «andare avanti». Il promotore delle penne nere di San Gervasio e padrone di casa della loro prima sede si è spento nella notte tra domenica e lunedì a 90 anni...


Via al Piano particolareggiato di Crespi L’Amministrazione ha chiesto alla gente di partecipare alla fase operativa.
Vivere, lavorare, conservare e visitare.
Sono queste le parole chiave che contraddistingueranno il futuro Piano particolareggiato partecipato dedicato a Crespi D’Adda e il cui iter prenderà vita mercoledì dalle 20.45 presso la scuola Sti in via Marconi. «Il futuro del nostro territorio lo decidiamo insieme» è lo slogan che ha scelto l’Amministrazione...


Lo staff di Christo nel sito Venerdi’ ha visitato il villaggio Unesco.
L'entourage di Christo, l'artista bulgaro autore dell'opera «the Floating piers», che ha portato oltre un milione e mezzo di turisti sul lago d'Iseo, ha visitato Crespi d'Adda...


Il Re leone ancor una volta torna a ruggire Venerdì dalle 21 sul palco dell’oratorio Sant’Alessandro.
Uno spettacolo coinvolgente, animato da numerosi personaggi che mettono in scena la drammatica danza dell'eterna lotta tra il bene e il male...


Via privata per Crespi fa litigare le istituzioni L’Amministrazione non crede alla versione del presidente del Parco Adda Nord.
Il caso di via privata per Crespi si infiamma tanto che Amministrazione e Parco Adda Nord hanno dato vita a un’accesa discussione telematica.
Da un lato Agostino Agostinelli, presidente del Parco Adda Nord spergiura di aver scoperto solo all’ultimo che tutta la trafila, durata anni, per siglare la convenzione tra Ministero, Autostrade per l’Italia (ovvero l’ente che finanzia la riqualificazione della strada che dalla chiesa corre alla centrale idroelettrica di Crespi) era solo propedeutica alla firma definitiva, che non è ancora arrivata. Dall’altra Andrea Menalli, capogruppo di maggioranza e l’Amministrazione Radaelli che, invece, non credono ad Agostinelli. Da qui è partito uno scambio infuocato...


Per chi volesse leggere gli articoli interamente può abbonarsi online, http://www.gazzettadelladda.it/,  oppure andare in edicola a comperare il giornale.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non appaiono subito, devono essere prima approvati da un moderatore. Siate civili e verrete pubblicati, qualunque sia la vostra opinione ed il vostro orientamento politico.

Chiunque è libero di esprimere le proprie opinioni anche senza registrazione scegliendo la modalità "Commenta come: Nome/URL" (il campo URL può essere lasciato vuoto); e sarebbe buona norma firmare il proprio commento esplicitando nome e cognome.

Quando presente per i commenti potete usare il plugin di Facebook
Lasciando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, grazie.