martedì 1 marzo 2016

La pagella della Commissione Europea sul governo Renzi.

Fresco di qualche giorno fa è il Country Report Italy 2016 redatto dalla Commissione Europea, di cui vi riporto solo qualche frase:

…Il governo non ha mai effettuato una valutazione sistematica delle politiche attive del mercato del lavoro…in materia di contrattazione collettiva le norme sono poco chiare e non ben specificate…in Italia i tassi di istruzione e il livello delle competenze della popolazione adulta sono inferiori alla media dell'UE…in Italia la spesa pubblica per l'istruzione è inferiore alla media dell'UE…in Italia il livello di investimenti in R&S è ancora basso rispetto agli altri paesi dell'UE…la fuga di cervelli può causare una perdita netta permanente di capitale umano altamente qualificato, a danno della competitività dell'Italia…fare business in Italia è significativamente più difficile rispetto alle altre principali economie europee..

Ne emerge una ripresa modesta in cui le debolezze strutturali del Paese influiscono negativamente sulla ripresa e sul potenziale di crescita dell'Europa. Restano infine le inefficienze amministrative, nella giustizia civile e nella lotta alla corruzione. Poi su tutto c’è il debito e l’alta tassazione, dubbi sull’efficacia della spending review...

insomma, è proprio il caso di essere ottimisti! Le tasse vanno giù, e l'occupazione va veramente sù come dice quell'inguaribile ottimista di Renzi?

Per chi volesse approfondire la lettura completa del Rapporto della Commissione Europea:

 




Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non appaiono subito, devono essere prima approvati da un moderatore. Siate civili e verrete pubblicati, qualunque sia la vostra opinione ed il vostro orientamento politico.

Chiunque è libero di esprimere le proprie opinioni anche senza registrazione scegliendo la modalità "Commenta come: Nome/URL" (il campo URL può essere lasciato vuoto); e sarebbe buona norma firmare il proprio commento esplicitando nome e cognome.

Quando presente per i commenti potete usare il plugin di Facebook
Lasciando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, grazie.