giovedì 21 gennaio 2016

L’Italia verso la green economy, la legge 221/2015 sulla gazzetta ufficiale.

Più slancio per la green economy attraverso azioni mirate su green public procurement, certificazioni volontarie e impronta ambientale.

Misure anche su rifiuti, bonifiche, acque e gas serra. 
Entrata in vigore il 2 febbraio 2016.


Sulla Gazzetta Ufficiale del 18 gennaio 2016, n. 13, è stata pubblicata la legge 28 dicembre 2015, n. 221 «Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell’uso eccessivo di risorse naturali», il cosiddetto “collegato ambientale” alla legge di stabilità 2014.
Per effetto, entrano in vigore dal 2 febbraio 2016 una nutrita serie di misure in materia di:

– valutazione di impatto ambientale e sanitario;

– emissioni di gas a effetto serra e impianti per la produzione di energia;

– gestione dei rifiuti;

– risarcimento del danno ambientale e ripristino ambientale nei SIN;

– difesa del suolo;

– gestione delle risorse idriche;

– impianti radioelettrici;

– scarichi e riutilizzo beni usati;

– inquinamento acustico;

– dragaggio;

– green economy (certificazioni volontarie, green public procurement, impronta ambientale);

– incentivi per prodotti derivanti da materiali post consumo o da recupero scarti;

– rifiuti di imprese agricole.

Di seguito il link della legge n. 221/2015 e il pdf scaricabile.

Link, PDF


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non appaiono subito, devono essere prima approvati da un moderatore. Siate civili e verrete pubblicati, qualunque sia la vostra opinione ed il vostro orientamento politico.

Chiunque è libero di esprimere le proprie opinioni anche senza registrazione scegliendo la modalità "Commenta come: Nome/URL" (il campo URL può essere lasciato vuoto); e sarebbe buona norma firmare il proprio commento esplicitando nome e cognome.

Quando presente per i commenti potete usare il plugin di Facebook
Lasciando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, grazie.